R.I.P. Felice Tortorella, il famoso Mago Zurlì

Felice Tortorella, in arte Cino Tortorella, era conosciuto come il famoso Mago Zurlì, per molti anni aveva ideato e condotto lo Zecchino D’Oro.

TORTORELLA

Felice Tortorella, in arte Cino Tortorella, era conosciuto come il famoso Mago Zurlì, per molti anni aveva ideato e condotto lo Zecchino D’Oro.

Ci ha lasciato a quasi 90 anni, li avrebbe festeggiati a giugno.

Cino Tortorella è nato a Ventimiglia ed oltre ad essere un esperto in enogastronomia,  ha partecipato alla selezione per la Scuola d’Arte Drammatica del Piccolo Teatro di Milano.  Fu proprio a Milano, che mise in scena una pièce teatrale dedicata ai ragazzi, dal titolo Zurlì, mago Lipperlì. Dalla pièce fu creata la sceneggiatura per il suo nuovo programma televisivo “Zurlì, mago del giovedì”.

Con l’identità del Mago Zurlì si è reso immortale agli occhi dei più piccoli, mentre nell’anno 2002, grazie alla trasmissione “Lo Zecchino D’Oro”, è riuscito a raggiungere la fama che da sempre sognava, entrando nel guinness dei primati.

In Rai, ha anche creato “Chissà chi lo sa”, un programma televisivo andato in onda per ben 12 anni.

150531230-868595d7-9356-4bc8-bd30-b7329cad051f

È riuscito a idealizzare, negli anni 90, “Bravo bravissimo” che è stato, successivamente, condotto dal famoso Mike Bongiorno. Cino Tortorella, non è stato dunque soltanto il Mago Zurlì che parlava a Topo Gigio.

L’autore, il creatore, ha pubblicato, nel corso della sua lunga vita, diversi libri di fiabe per bambini, collaborando pure con periodici per ragazzi, come ‘Topolino’ e ‘Il Corriere dei Piccoli’.

Ha fondato l’associazione onlus  “Gli Amici del Mago Zurlì”. Negli ultimi tempi si era dedicato alla sua più grande passione, il cibo.

Prima di abbandonarci, rivela sul Corriere della sera queste parole «Il mago Zurlì mi ha impedito di vivere la mia vita. Ancora oggi, anche in abiti borghesi, per tutti sono il mago Zurlì»

Purtroppo, Cino Tortorella, muore il 23 marzo 2017, a 89 anni, abbandonando per sempre l’identità del Mago Zurlì che il pubblico credeva fosse immortale…

tortorella1217

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *