R.I.P. Dave Hlubek (Molly Hatchet) e Holger Czukay (CAN). Settimana funesta per il rock

Dave Hlubek, storico chitarrista e membro fondatore della band dei Molly Hatchet, è morto all’età di 66 anni. Holger Czukay, il bassista del gruppo tedesco dei CAN (leggenda del rock sperimentale), è stato trovato morto nel suo studio di registrazione, aveva 79 anni.
dave_hlubek_980x600_1

Dave Hlubek, storico chitarrista e uno dei membri fondatori dei Molly Hatchet, è morto il 3 settembre all’età di 66 anni per motivi ancora non specificati.
A darne l’annuncio ufficiale è stato l’altro chitarrista, Bobby Ingram, con un breve post sulla pagina Facebook della band: ”Con grande dispiacere annunciamo la morte del nostro caro amico e membro della band Dave Hlubek. Dave_Hlubek_V2Le nostre condoglianze e le nostre preghiere vanno alla sua famiglia in questo periodo di lutto. Ci mancherà ma non sarà mai dimenticato e il suo ricordo vive tramite la musica dei Molly Hatchet”.
I Molly Hatchet avevano in programma un live il 16 settembre in compagnia dei Lynyrd Skynyrd (The INLET O.C. BIKE Fest 2017 – Ocean City, Maryland) e hanno in calendario una consistente serie di date live, tra cui una anche in Italia, al Bloom di Mezzago (MB), il prossimo 15 dicembre.
Per il momento non ci sono comunicazioni relative ai prossimi impegni live.
Dave_Hlubek_hellfestUno dei chitarristi fondatori dei Molly Hatchet, David Lawrence Hlubeck nasce il 28 Agosto 1951 a Jacksonville, Florida, quella che nel suo cuore è sempre rimasta la sua unica casa dolce casa. 

Fonda i Molly Hatchet nel 1971 ma il debutto discografico del gruppo arriva solo sette anni dopo.
Il suo principale contributo al southern rock è stato scrivere l’inno sudista “Flirtin’ with Disaster”, brano hit dal secondo album del 1979. 

Tanti altri lutti hanno decimato la band dei Molly Hatchet: lo storico bassista Banner Thomas, morto per un infarto lo scorso 10 Aprile a 60 anni; il batterista originale della band Bruce Crump, scomparso per un tumore il 16 Marzo 2015 a soli 57 anni, dopo una lunga battaglia durata ben 12 anni.

(Metallus.it – Wiky – )

HCÈ morto a 79 anni Holger Czukay, bassista e co-fondatore dei leggendari CAN, padrini del krautrock che tra la fine degli anni ’60 e la prima metà dei ’70 impose la Germania sulla mappa della musica popolare giovanile.
Secondo le prime informazioni, il musicista è stato trovato privo di vita nel mitico studio Inner Space a Weilerswist, vicino Colonia, dove il gruppo ha registrato i suoi dischi e dove pare Czukay vivesse.

I Can: da sinistra, Holger Czukay, Michael Karoli, Damo Suzuki, Irmidt Schmidt e Jaki Leibzeit all'inizio degli anni Settanta ( Keystone/Getty Images)

I Can: da sinistra, Holger Czukay, Michael Karoli, Damo Suzuki, Irmidt Schmidt e Jaki Leibzeit all’inizio degli anni Settanta (Keystone/Getty Images)

Tra le band più influenti della storia del rock, i Can, come altri nomi sacri come i Velvet Underground, Captain Beefheart and the Magic Band e i connazionali Faust e Kraftwerk, ebbero il merito di ampliare i confini del genere innestando nei loro pezzi – spesso suite dalla lunga durata – elementi di avanguardia, musica etnica, elettronica, jazz.
Personaggio chiave per lo sviluppo dei Can è il compositore Karlheinz Stockhausen, di cui Czukay fu un allievo tra il 1963 ed il 1966 ed una delle tante ‘facce’ messe dai Beatles sulla cover del loro album ”Sgt Pepper’s Lonely Hearts Club Band’‘. Il gruppo si forma nel 1968 a Colonia: col bassista, che all’epoca aveva già 30 anni, ci sono Irmin Schmidt (altro allievo di Stockhausen), Michael Karoli, Jaki Liebezeit e Malcolm Mooney.
Nel 1969 il debutto ”Monster Movie”, seguito da altri lp considerati pietre miliari del rock sperimentale: dal doppio ”Tago Mago” ad ”Ege Bamyasi”. Nel 1969 Czukay registra anche il suo primo disco solista ”Canaxis 5”, assemblando canti tradizionali vietnamiti a loop elettronici. Dopo aver lasciato i Can nel 1977 perché, dichiarò in un’intervista, “stavano cercando di diventare musicisti perfetti invece di sperimentare“, Czukay riprende una carriera solista che lo porta a collaborare con – tra gli altri – David Sylvian e Jah Wobble, già membro dei PiL.holger-main

Czukay viene considerato uno dei primi musicisti che tentarono di avvicinare la musica pop (popular) a quella d’avanguardia. Le sue composizioni, generalmente suonate con il nastro magnetico, sono fortemente sperimentali ed anticipano la world music.
Solo lo scorso 22 gennaio era scomparso anche il batterista dei Can, Jaki Liebezeit. (Repubblica.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *