R.I.P. Phil Everly, il pioniere del rock degli “Everly Brothers”

E’ morto all’età di 74 anni Phil Everly, il musicista statunitense che con il fratello Don formava il duo Everly Brothers

È ufficiale. Phil Everly, il cantante della storica band americana, gli “Everly Brothers”, è morto in California in seguito a una grave malattia polmonare. Aveva 74 anni e negli ultimi giorni sulla rete circolavano indiscrezioni sulle sue critiche condizioni.

La morte di Phil è stata annunciata dalla moglie Patti ed è avvenuta a Burbank, in California, a causa di una malattia polmonare cronica.

Insieme al fratello Don, iniziò suonando musica country ma fu con il trasferimento a Nashville, a metà degli anni ’50, che la carriera degli “Everly Brothers” che ebbe ufficialmente inizio, ispirando band come i Beatles. Proprio nello scorso novembre Norah Jones e Billie Joe Armstrong dei Green Day avevano pubblicato ‘Foreverly’ un cover album di brani degli “Everly Brothers”.

Il duo, vincitore di un Grammy Award alla carriera, ha totalizzato ben 26 successi nella Top Ten statunitense e sono stati fra i primi dieci ad essere introdotti nella Rock and Roll Hall of Fame nell’86.

La parabola degli Everly è cominciata nel 1958 con l’album dal titolo omonimo e ha prodotto 31 singoli da hit parade, tra cui “Cathy’s Clown” che nel 1960 per cinque settimane è stata la canzone regina della classifica statunitense. Secondo il magazine Billboard sono stati il terzo duo più assiduo in classifica dopo Hall & Oates e i Carpenters. Diversi musicisti hanno deliberatamente copiato le loro armonie vocali o si sono ispirati al loro modo di cantare, uno stile in equilibrio tra il nascente rock’n’roll e la musica country, sognante e delicato. Esattamente il contrario degli urlatori negri che avevano dato vita al fenomeno rock, come Little Richard o Chuck Berry.
La loro parabola discendente è cominciata, come quella di Elvis, a metà degli anni ’60, dopo aver abbandonato le scene per il servizio di leva. Al loro ritorno hanno trovato la concorrenza della “British Invasion” con l’avvento di Beatles e Rolling Stones e non hanno mai più riconquistato la vecchia popolarità.

Tra la fine degli anni ’50 e i primi anni ’60, Phil e suo fratello Don realizzarono numerosi brani di successo, fra i quali figurano ‘Wake Up Little Susie’, ‘Bye Bye Love’, ‘When Will I Be Loved’, ‘All I Have to Do Is Dream’, ‘Crying in the rain’, ‘Love hurts’, ‘Til I kissed you’ e ‘So said’. Di grande successo commerciale negli Usa, soprattutto alla fine degli anni cinquanta, con il loro stile, la loro musica e le loro armonie vocali i due fratelli hanno profondamente influenzato i successivi artisti di musica country e di rock and roll. La rivista ‘Rolling Stonè definì gli Everly Brothers “il più importante duo vocale rock“.

Tanti amici dal mondo web

La band degli AMERICALa nostra profonda tristezza per la scomparsa del grande Phil Everly. Le produzioni discografiche degli Everly Brothers hanno influenzato a lungo tanti di noi, e siamo onorati di aver aperto tante volte i loro concerti, eravamo all’inizio della nostra carriera. Riposa in pace, fratello Phil.

Carol KingCosì triste perdere Phil Everly. Sentite condoglianze alla sua famiglia.

Brian Wilson (Beach Boys) Il mio cuore è così incredibilmente addolorato per la scomparsa di Phil Everly. La musica degli Everly Bros è stata per me una grande ispirazione nella mia crescita musicale. Eravamo come fratelli, …quelle armonie e suoni così dolci e teneri, …penso che sia stata una cosa troppo familiare. Non potrei mai essere senza il sentire le loro voci. Amore e Misericordia ai suoi familiari, …amici e fan devoti.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *