R.I.P. Jack Bruce, mitico bass-man e grande voce dei leggendari Cream

Il bassista, cantante, polistrumentista e compositore scozzese di uno dei più importanti gruppi anni ’70 è deceduto a Londra per insufficienza epatica post.tumorale. Il 24 marzo 2014 aveva pubblicato il suo ultimo album di studio, Silver Rail. 

La formazione del ‘trio’ Cream vedeva anche Ginger Baker alla batteria e alla chitarra Eric Clapton. Nella sua carriera collaborazioni con Alexis Corner, Ringo Starr, Joe Bonamassa, Lou Reed, Frank Zappa, Robin Trower.

Londra. È morto all’età di 71 anni nella sua casa del Suffolk, Jack Bruce, famoso bassista del supergruppo «Cream» di cui facevano parte anche Eric Clapton e Ginger Baker. È stato uno dei musicisti più amati degli anni ‘60. l musicista è stato stroncato da un’insufficienza epatica. Si era sottoposto a un trapianto al fegato nel 2003, dopo essersi ammalato di tumore, un’operazione che aveva rischiato di essergli fatale a causa di un rigetto.

È stato molto di più che il bassista e la voce dei Cream, gruppo che dal 1966 (anno di fondazione) al 1968 ha venduto milioni di dischi, punto di riferimento per power-hero come Jimi Hendrix e per tutte le band del mondo intero. Gruppo che diede un contributo fondamentale alla nascita dell’hard rock, traghettando il blues attraverso gli anni della psichedelia e rileggendolo in un’ottica più aggressiva e virtuosistica. 

BioHistory
John Symon Asher Bruce, detto Jack (Bishopbriggs, 14 maggio 1943 – Suffolk, 25 ottobre 2014), era nato nel Lanarkshire, vicino a Glasgow. All’età di diciassette anni si iscrisse alla Royal Scottish Academy of Music, dove studiò violoncello e composizione. Nel 1962 si unì alla Blues Incorporated di Alexis Korner e l’anno successivo divenne il bassista di Graham Bond. Il gruppo (Graham Bond Organization) suonava diversi generi musicali, dal Bebop al Rhythm and blues, e tra i suoi componenti c’era anche il batterista Ginger Baker. Bruce suonò anche con il John Mayall Group e con Manfred Mann. Lo stile musicale di Bruce mostrava chiaramente l’influenza della sua formazione classica, ed egli ebbe modo di affermare che alcune delle migliori parti di basso mai scritte sono opera di Johann Sebastian Bach. Altre influenze riconoscibili nel suo stile di bassista sono riconducibili a James Jamerson e a Charles Mingus. 

Tanta qualità come strumentista del basso, senza escludere le sonorità sperimentali elettriche. Uno dei suoi bassi primi è stato il Fender Bass VI, un EADGBE 6-corde accordato come una chitarra, ma un’ottava più in basso. Jack ha registrato la maggior parte dei brani con i Cream con questo basso, prima di passare al classico Gibson EB-3 (con Marshall amp), il cui suono lo ha reso famoso durante il tour live dei Cream. Nel ’76 esperienze con il basso fretless Aria, Spector e Warwick 5 corde modificato.

 Dotato di un retroterra jazz, Bruce elaborò uno stile particolarmente tecnico e originale in un’epoca nella quale, in ambito rock, il basso era quasi sempre relegato a una mera funzione di accompagnamento ritmico. Nei pezzi dei Cream, il musicista inglese diede invece alle quattro corde una funzione complementare a quella della chitarra nella costruzione delle linee melodiche, con fraseggi complessi e dalla forte presa (celeberrimo il giro di ‘Sunshine of your love’), uno stile che il suo compagno di sezione ritmica trovava all’inizio esasperante.

 Erano infatti le divergenze creative all’origine delle leggendarie e violente liti (spesso avvenute sul palco) che contrapponevano Bruce e Baker ai tempi della loro militanza della Graham Bond Organisation, prima che venissero reclutati da Clapton per dare vita ai Cream. 

Uno dei primi ‘supergruppi’ a essere concepito come tale sin dalla fondazione e ‘power trio‘ per antonomasia, i Cream erano stati chiamati così proprio perché i loro componenti all’epoca erano considerati tra i musicisti più dotati (ovvero, la “crema”) dell’intera scena blues rock britannica.

 Dal 1966 al 1968 il gruppo pubblicò quattro lavori in studio: ‘Fresh Cream’, ‘Disraeli Gears’, ‘Wheels of Fire’ e ‘Goodbye’, caratterizzati da sperimentazioni per l’epoca ardite: tempi dispari e fughe strumentali più comuni al nascente progressive che a quello che era stato finora il rock di ispirazione blues; un gusto per lo sfoggio di tecnica e un impatto sonoro graffiante che poi diverranno canone nell’hard rock di Led Zeppelin e Deep Purple. La band diede l’addio alle scene nel novembre del 1968 con due concerti alla Royal Albert Hall di Londra.

In seguito Bruce si dividerà tra carriera solista e collaborazioni illustri, esibendosi con colleghi del calibro di Ringo Starr e Joe Bonamassa, Robin Trower, o Lou Reed e Frank Zappa. Ha collaborato anche con musicisti jazz di grande rilievo, come Tony Williams, John McLaughlin e Carla Bley (nell’album Escalator Over The Hill).

 Nel 1972-1973, Bruce si unì a Leslie West e Corky Laing (provenienti dai Mountain, gruppo hard rock americano di una certa notorietà) per formare il trio West, Bruce and Laing che produsse due album in studio, Why Dontcha e Whatever Turns You On, e uno dal vivo, Live ‘N’ Kickin’.

 Dopo l’esperienza con i Cream pubblicò alcuni album da solo: Songs For a Tailor (con la collaborazione di musicisti come Chris Spedding, John Hiseman, Dick Heckstall-Smith, Art Themen e George Harrison), Harmony Row e Into The Storm, per tornare poi al jazz. In seguito collaborò anche con la Ringo Starr All-Starr Band.

Dopo una prima rimpatriata nel 1993, in occasione dell’ingresso nella Rock’n’Roll Hall of Fame, Jack e i Cream tennero i primi concerti di reunion nel maggio 2005, proprio presso la Royal Albert Hall.
Seguirono l’ottobre successivo due concerti al
Madison Square Garden di New York, che resteranno gli ultimi. I consueti contrasti tra Bruce e Baker e il desiderio di Clapton di concentrarsi su altri progetti misero infatti presto la parola fine alla reunion.

Il 24 marzo 2014 hadato alle stampe il suo ultimo album di studio, Silver Rail.

 

(fonti web quotidiano.net, Il secolo XIX, Corriere della Sera, Wikipedia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *