R.I.P. Costantino Carrozza, muore un uomo intriso di teatro … sino alla fine

Un grande attore, Costantino Carrozza, è morto in scena, ieri al Teatro Valentino, a Catania

costantino-carrozza

Costantino Carrozza, ieri sera, tra un cambio di scena e un altro, al Teatro Valentino è spirato a a causa di  un infarto fulminante. E’ morto tra le braccia degli attori che lavoravano con lui. Un uomo che era intriso di teatro, vantava una carriera di oltre 55 anni. Dal 1995 al timone del Teatro Valentino di Catania e direttore del Centro Stabile di produzione Quarta Parete, ha creato una scuola di recitazione, intitolata ai suoi maestri, cioè Paolo Grassi e Giorgio Strehler. 

Carrozza è stato premiato con l’Award “Lions and Tree – Life on Earth – Sicilia natura e emozioni” 2012 .   Durante la manifestazione aveva già espresso questo suo desiderio di creare  una scuola perché il teatro non è improvvisazione, ma necessita di una preparazione di base… il futuro è rappresentato dai giovani, linfa vitale per novità e cambiamenti,  per attrarre maggior pubblico. Inoltre, sempre secondo Carrozza, “Il teatro è una palestra formidabile”..

La sua carriera ebbe inizio al Piccolo Teatro di Milano, diplomandosi nel 1966, Ebbe la fortuna di avere grandi maestri, dei mostri sacri del teatro, cioè Paolo Grassi e Giorgio Strehler, lasciando in lui un’impronta di stile riconoscibile.

Tappa fondamentale dell’attore fu al Teatro Stabile dell’Aquila e successivamente nel 1977 diventa direttore artistico, regista ed Attore della Compagnia teatrale “Quarta Parete”. Dal 1980 al 1985 ha ricoperto il ruolo di direttore artistico al Teatro Comunale di Vittoria e dal 1983 al 1984 al Teatro Comunale di Misterbianco.

Costantino-Carrozza-2

Durante la sua vita ha lavorato in teatro con registi di fama internazionale come Strehler, Bellocchio, Cheraux, Puecher, De Bosio, Cobelli, attori del calibro di Turi Ferro, Nando Gazzolo, Gabriele Lavia, Randone, Carraro, Lauretta Masiero, Mita Medici, Lorenza Guerrieri e registi come Mario Monicelli, Giuseppe Tornatore, Carlo Vanzina, Salvatore Saperi, i fratelli Manetti, Alberto Sironi.

 E nel suo Teatro ha chiuso gli occhi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *