R.I.P. Chris Squire: grande bassista e fondatore degli YES

Si è spento a Phoenix, in Arizona, il leggendario musicista degli Yes per una grave forma di leucemia. Il grande bassista inglese, conosciuto come ‘The Fish’ aveva 67 anni. Nel ’68 con Anderson, Bruford e Kaye aveva fondato il gruppo rock progressivo degli YES.

Addio a un mito del Prog Rock: è morto a Phoenix, in Arizona. Era nato il 4 marzo 1948 a Kingsbury, nel nord-ovest Londinese. Sposato tre volte, Squire lascia due figli, l’ultimo dei quali nato nel 2008.

La notizia è stata confermata via Twitter dall’amico musicista Geoffrey Downes, tastierista della band: «Sono incredulo. Era un amico, un compagno e una fonte di ispirazione». Già dal 20 maggio scorso, per l’aggravarsi di una forma di leucemia molto rara, conosciuta come Malattia di Di Guglielmo o eritremia acuta, ha costretto Chris Squire, bassista e fondatore degli Yes, ad annunciare il ritiro dalle scene.

Una carriera con gli Yes. L’avventura con gli Yes parte nel ’68 assieme a Jon Anderson, Bill Bruford e Tony Kaye. Tanti gli album (21 con gli Yes), video e tantissimi concerti leggendari. Tra i capolavori imperdibili a cui il grande bassista inglese ha dato il suo contributo ci sono due pietre miliari del prog rock, Fragile del 1971 e Close to the Edge del 1972. 
Nel ’75 pubblica un epico album solista, Fish Out of Water, cinque brani di grande impatto progressive, melodie e ritmi arcani, suoni particolari del basso come il suo ‘fuzz over-driven‘, timbriche surreali, con la sua voce suggestiva e spaziale. L’album gli consacrò anche il soprannome di The Fish, in quanto del segno dei Pesci e grande appassionato di astrologia. Squire infatti era conosciuto dagli addetti ai lavori per uno stile corposo ed aggressivo nell’abbracciare e suonare il suo basso elettrico, un Rickenbacker 4001 bianco, per essere corpulento e per l’identità marina, The Fish

Album : Fish Out Of Water 1975 – Songs: Hold Out Your Hand, You By My Side. 
Chris Squire: Bass, Vocals – Patrick Moraz: Organ, Synthesizer – Bill Brufford: Drums, Percussion

Il suo ultimo lavoro, Heaven and Earth, era entrato nello score delle classifiche britanniche.

Di lui lo ricorda il batterista Bill Bruford: “MI rattrista Davvero sentire della morte del mio vecchio compagno, Chris Squire. Lo ricorderò con affetto; una delle rocce gemelle su cui è stata fondata la band degli Yes e, credo, l’unico membro di essere stato sempre presente e corretto, con la sua Rickenbacker a portata di mano, su ogni banco del suono. Le sue linee musicali erano importanti; le componenti strutturali melodiche, che ci portavano lontano ronzio in un mondo superiore … un individualista, signore e padrone nel suonare il basso Chris ha dato piacere a milioni di persone con la sua musica, consapevole di avere avuto la fortuna di essere in grado di farlo. Sincere condoglianze alla sua famiglia. Adios mio grande collaboratore“. 

L’amico chitarrista Steve Hackett: “Mi ha devastato la notizia della scomparsa di Chris Squire. Un amico speciale e un uomo che ha definito le linee guida del genere progressivo. Aperto a tutti gli stili con un amore per le orchestre e i cori, amante del rock possente. La sua scomparsa lascia un buco enorme nel cuore della musica. Il suo suono geniale era unico. Addio amico mio. Mi è piaciuto molto creare con te l’album Squackett e tutti gli altri progetti in cui abbiamo lavorato insieme, tra cui il recente lavoro con me sulla canzone d’amore per un vampiro… Sembra solo ieri. Grazie per tutti i bei momenti. Dicendo che ci mancherai è un eufemismo completo, e il mio cuore va a Scotty e tutta la tua famiglia“.

Assolo al basso elettrico. Il live è Union del 1991, in occasione del ritorno insieme dei componenti storici degli Yes: Anderson, Wakeman, Howe, Squire, Bruford.
Due anni prima la band si era disunita dando origine a due gruppi diversi: gli ABWH formati dagli Yes senza Squire, ossia da Anderson, Bruford, Wakeman, Howe; e gli Yeswest formati da Squire, Rabin, White, & company. L’album Union (ed il rispettivo tour) rappresentarono l’unione dei due gruppi, ed il ritorno degli Yes.

Il saluto degli amici che costituiscono le band per il Megashow YES
Cruise to the Edge 2015

È con un peso nel cuore e insopportabile tristezza che dobbiamo informarvi della scomparsa del nostro caro amico e co-fondatore, Chris Squire. Per la totalità dell’esistenza degli YES, Chris è stato il fulcro della band e, in molti modi, il collante che ha tenuto insieme il gruppo in tutti questi anni. Bravissimo e  fenomenale nel suonare il basso, Chris ha influenzato tantissimi bassisti nel mondo, tra cui molti artisti ben oggi ben conosciuti. Chris è stato anche un fantastico cantautore, avendo scritto e co-scritto gran parte della musica più accattivante degli Yes, come pure il suo album da solista, Fish Out of Water. Fuori dal gruppo, Chris era un marito amorevole con Scotty e padre esemplare per Carmen, Chandrika, Camille, Cameron e Xilan. Con la sua natura gentile, easy-going, Chris era un grande amico di molti … compresi ciascuno di noi. Ma non era solo il nostro amico: ha fatto anche parte della nostra famiglia e ci mancherà moltissimo. Da tutti noi di Cruise to the Edge, Steve Hackett, PFM Premiata Forneria Marconi, Patrick Moraz e tutto quelli che hanno navigato con gli YES…  Tanto amore alla famiglia di Chris”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *