R.I.P. a Bigas Luna, maestro del cinema spagnolo

Autore di Le età di Lulù che lanciò Francesca Neri. Vinse il Leone d’argento alla Mostra del cinema di Venezia nel 1992 con Prosciutto, prosciutto.

Il regista e sceneggiatore spagnolo Bigas Luna è morto a 67 anni. Nato a Barcellona il 19 marzo del 1946, raggiunse la fama internazionale con “Le età di Lulù“, con Francesca Neri, e “Prosciutto, prosciutto“, film con il quale vinse il Leone d’argento alla Mostra del cinema di Venezia nel 1992

Bigas Luna, da tempo malato di cancro, è morto nella sua casa a La Riera de Gaia, vicino a Terragona. La notizia è stata diffusa dai media spagnoli citando fonti vicine alla famiglia. Con ‘Prosciutto Prosciutto‘ ha vinto il Leone d’Argento alla Mostra del Cinema di Venezia e con quello che viene considerato il suo capolavoro, “Le età di Lulù”, dal romanzo omonimo di Almudena Grandes, ha lanciato Francesca Neri. Mentre il suo primo lungometraggio, “Tatuaje“, è tratto dall’omonimo racconto poliziesco di Manuel Vazquez Montalban, che affrontava il tabù dell’incesto.

Al regista spagnolo si devono anche la scoperta di Penelope Cruz e Javier Bardem. Tra gli altri suoi film “Bambola” che ha portato sul grande schermo Valeria Marini.

 
Le prime regie di Bigas Luna si collegano alla sua attività di designer: nel 1971 realizzò il cortometraggio “El llit. La taula“. Interessato all’arte concettuale e alle nuove tecnologie di videoripresa, espose le sue opere nella Sala Vinçon di Barcellona nel 1973 filmandole, sempre in super 8, nel cortometraggio “Taulas”. Dell’anno successivo è il cortometraggio video “Cadires“. Nel 1977 realizzò undici cortometraggi di argomento erotico: girati in 16 mm, i filmati vennero raccolti insieme in un unico video con il titolo “Historias impúdicas“. 
 
Malgrado la grave malattia, Bigas Luna non aveva rinunciato a lavorare e stava iniziando le riprese del “Mecanoscrito del segundo origen“, un adattamento per il cinema del romanzo dello scrittore Manuel de Pedrolo. Il portavoce della famiglia ha assicurato che “La pellicola sarà portata a termine  e sarà dedicata al nipotino del regista“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *