Qualificazione Tokyo 2020, da oggi scatta la vendita dei biglietti

Dopo quattro anni l’Italvolley donne ritornerà a Catania. Dal 2 al 4 agosto prossimi si giocherà l’unico posto a disposizione per volare con un anno di anticipo alle Olimpiadi di Tokyo

ITALIA - CINA

Dopo quattro anni l’Italvolley donne ritornerà a Catania. Dal 2 al 4 agosto prossimi si giocherà l’unico posto a disposizione per volare con un anno di anticipo alle Olimpiadi di Tokyo. Nel girone di qualificazione le ragazze di Davide Mazzanti affronteranno nell’ordine Kenya, Belgio e l’Olanda, in quella che presumibilmente sarà la partita decisiva. Da una settimana sono state attivate le promozioni in favore delle società sportive e dei tesserati che stanno rispondendo con grande passione. Da oggi pomeriggio parte la vendita dei biglietti.

UN PO’ DI STORIA. Dal 16 al 18 luglio 2015 Catania accolse la poule decisiva del World Grand Prix, ultimo passaggio prima della Final Six negli Stati Uniti. Nel primo confronto le azzurre regolarono proprio il Belgio per 3-0 (25-17, 26-24, 25-14).

Nella seconda partita, ancora prima di scendere in campo, le azzurre si guadagnarono un posto sull’aereo per gli Stati Uniti, destinazione Ohama (Nebraska): contro la Russia, però, finì con un passo falso (3-1; 25-18, 20-25, 25-22, 30-28). Il boom con il Brasile. Sconfitta a parte in tre set, al PalaCatania ci fu lo straordinario bagno di folla con 4400 presenze in tribuna (17-25, 24-26, 17-25). Marco Bonitta lanciò dal primo punto nel giorno del suo diciassettesimo compleanno la regista Orro, Egonu firmò 7 punti. Il rapporto di Catania con la nazionale di volley è molto solido. L’anno scorso, nel contesto delle finali nazionali Under 14 maschile, si disputò la partita amichevole tra l’Italvolley maschile di Blengini e l’Australia: non ci fu partita, ma per il mondo del volley italiano quella cartolina di passione e di calore spedita dal PalaCatania di corso Indipendenza si rivelò decisiva e incisiva per l’assegnazione del girone di qualificazione alle Olimpiadi. Evento sul quale la Federvolley nazionale ha scommesso molto sul piano economico e programmatico.

LA SODDISFAZIONE DI CASTRONOVO. L’evento, affidato dal consiglio federale alla Fipav Sicilia e organizzato esecutivamente dal Ct di Catania. Il presidente regionale Giorgio Castronovo spiega: “Siamo orgogliosi di ospitare questo importantissimo evento che vedrà protagonista la nostra Nazionale femminile. Le qualificazioni alle Olimpiadi sono un momento fondamentale per il nostro volley ed il notevole investimento che ha fatto la Federazione dà ad ognuno di noi l’esatta misura dell’importanza di queste gare. Giocare in casa darà alle nostre ragazze una marcia in più e sono certo che la Sicilia sia stata scelta per il grande sostegno e supporto che ha saputo sempre dare alle nostre Nazionali”.

La sfida lanciata è il “sold out” nei tre giorni di gara (le azzurre giocheranno alle 21): “Cercheremo di portare al PalaCatania il movimento pallavolistico siciliano, le famiglie e i bambini. Io, inoltre, sono certo che questo evento darà alla Sicilia una possibilità in più per incrementare il turismo, perché tanti appassionati del volley arriveranno da tutta Italia e non solo, approfittando del girone di qualificazione olimpica per trascorrere nella nostra amata terra qualche giorno di vacanza. Noi cercheremo di far sentire non i 40 gradi della nostra estate, ma il calore del nostro straordinario pubblico”.

IL CALENDARIO. L’Italia di Mazzanti giocherà ogni giorno alle 21. La prima avversaria sarà il Kenya, poi affronterà il Belgio e, infine, in quella che potrebbe rivelarsi la sfida decisiva all’Olanda. Il 2 agosto, alle 18, s’inaugurerà il girone di qualificazione con il confronto tra Belgio e Olanda dal quale emergeranno le prime indicazione. Le orange, il giorno successivo, affronteranno il Kenya. Africane in campo anche nell’ultima giornata contro il Belgio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *