A Firenze gli artigiani all’opera e “Ricette di famiglia”

Sabato 20 maggio prosegue la XXIII edizione di Artigianato e Palazzo. Il Premio del Comitato Promotore per lo stand più bello è stato vinto da Lucia Torrigiani Malaspina. Tra gli ospiti di “Ricette di Famiglia” la giornalista di costume Eva Desiderio e lo chef  Cristian Giorni.

AeP 2017 istallazione Due Sedicente Moradi ph Alessia Lenoci

AeP 2017 istallazione Due Sedicente Moradi ph Alessia Lenoci

Sabato 20 maggio prosegue la XXIII edizione di Artigianato e Palazzo con un nuovo percorso espositivo che si snoda tra le limonaie, i viali e le aiuole fiorite del Giardino Corsini, alla scoperta della tradizione del fatto a mano e di lavorazioni antiche unite a tecniche all’avanguardia che gli 80 espositori presenti mostrano ai visitatori, dando vita a manufatti preziosi e unici, tra cui quelli ispirati ai “fiori d’arancio” per matrimoni all’insegna della qualità artigianale.

AeP 2017 Lucia Torrigiani Malaspina, ph Alisa Martynova

AeP 2017 Lucia Torrigiani Malaspina, ph Alisa Martynova

Il Premio del Comitato Promotore per lo stand più bello è stato vinto da Lucia Torrigiani Malaspina, con le sue creazioni in cui combina coralli, conchiglie, legnetti raccolti durante passeggiate sulla spiaggia, ma anche immagini sacre e ricami d’epoca. Al secondo posto Ann Hepper – scatole e al terzo Crizu – sculture di carta.

Tra gli appuntamenti della giornata: dalle 15.00 alle 18.00 laboratori di intreccio di vimini con il maestro cestaio Giotto Scaramelli alle 18.00 nel Giardinetto delle Rose l’iniziativa a cura di Annamaria Tossani “Ricette di Famiglia” con la critica di moda e giornalista di costume del QN Quotidiano Nazionale Eva Desiderio, che offrirà consigli di stile per sposi ed invitati e racconterà curiosità e look dei matrimoni celebri a cui ha partecipato. Nel frattempo lo chef di DESINARE at Riccardo Barthel Cristian Giorni preparerà una ricetta ispirata ai menù dei matrimoni, che al termine dell’incontro sarà fatta assaggiare al pubblico presente sui raffinati servizi che Richard Ginori ha dedicato alla manifestazione.
Ancora visibile l’installazione ambientale “DUE” di “Sedicente Moradi”: una coppia di cervi realizzati assemblando rami di olmo e di alloro provenienti dal Giardino Corsini con una panchina per accogliere i visitatori della manifestazione, con cui l’artista vuole rappresentare il fragile equilibrio tra differenti specie viventi nell’ecosistema che le accoglie, di cui l’uomo deve farsi custode responsabile, mettendo al centro la coppia come generatore di vita.

AeP 2017 ph Alessia Lenoci

AeP 2017 ph Alessia Lenoci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *