Presentata la ricerca delle Acli : “VALORE LAVORO. Strategie e vissuti di donne nel mercato del lavoro”

Essere giovani e donne è ancora un doppio svantaggio nel lavoro: questo è il dato che emerge dall’indagine delle Acli dalla quale è stato lanciato un appello, nei mesi scorsi, al Governo Nazionale

foto convegno valore lavoro

Essere giovani e donne è ancora un doppio svantaggio nel lavoro: questo è il dato che emerge dall’indagine delle Acli dalla quale è stato lanciato un appello, nei mesi scorsi, al Governo Nazionale affinchè venga rafforzato l’impegno nei confronti dell’occupazione femminile, sradicando ogni forma di discriminazione sul lavoro, di differenze retributive ed incentivando le misure di conciliazione dei tempi di lavoro e di vita.

E’ stata presentata mercoledì 3 ottobre presso l’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Catania la ricerca promossa e condotta dall’Iref ( Istituto di Ricerche delle Acli) e dal Coordinamento Donne Acli sul tema “Valore lavoro. Strategie e vissuti di donne nel mercato del lavoro”.

L’incontro, moderato dalla Responsabile del Coordinamento Donne Acli Sicilia, Loredana Maccora, ha voluto mettere a tema lo svantaggio femminile nel mondo del lavoro evidenziando alcuni dati sulla condizione occupazionale femminile, ancor oggi allarmanti.

Dopo i saluti di accoglienza dell’Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Catania Barbara Mirabella, che ha accolto con grande piacere l’invito al convegno con il quale è stato “battezzato” il suo Assessorato, è seguita l’introduzione della Responsabile del Coordinamento Donne Acli Nazionale Agnese Ranghelli . “ Il nostro obiettivo attraverso la nostra ricerca – dice la Ranghelli - è quello di sollecitare politiche adeguate con riforme strutturali impiegando risorse economiche sul tema della conciliazione lavoro-famiglia. All’apparato normativo-legislativo non corrisponde una politica seria di cambiamento sociale e culturale”.

“Dalla ricerca si evince che la parità di genere non può dirsi ancora raggiunta” – afferma il Presidente provinciale Agata Aiello - “Il nostro è un Paese in forte decrescita; spesso le donne lasciano la loro posizione occupazionale per poter crescere i propri figli e vivono situazioni di disagio, di scoraggiamento e di ripiegamento. Sicuramente queste occasioni di confronto sono significative per far partire una seria riflessione su una questione che determina divario di genere e disuguaglianza.”.

Tra i relatori dell’incontro, Simonetta De Fazi e Federica Volpi, Ricercatrici Acli Iref; Loredana Zappalà, Avvocato Professore Associato Diritto del lavoro e Stefano Parisi, Presidente Acli Sicilia.

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *