Premio Letterario Internazionale Nino Martoglio giunto alla XXVII edizione: ode alla cultura al Teatro Comunale di Belpasso

Cerimonia di consegna del Premio Letterario Internazionale Nino Martoglio giunto alla XXVII edizione. Compedio di tutte le sfaccettature della cultura: dalla letteratura al giornalismo passando per l'editoria.

 

 

 

 

Un’ode alla cultura ha echeggiato al Teatro Comunale di Belpasso in occasione  della cerimonia di consegna del Premio Letterario Internazionale Nino Martoglio giunto alla XXVII edizione. La manifestazione culturale è stata organizzato dal Circolo Athena con il patrocinio della Regione Siciliana, della Provincia Regionale di Catania e del Comune di Belpasso. Rappresenta il compedio di tutte le sfaccettature della cultura: dalla letteratura al giornalismo passando per l’editoria. E’ stato istituito dal Circolo Culturale Athena di Belpasso per rievocare la stagione culturale del Novecento attraverso il genio multiforme di uno dei suoi protagonisti più illustri, Nino Martoglio, il Premio si richiama all’identità storico-culturale della Sicilia per valorizzarla e diffonderla. Il legame ai valori universali di cultura e di civiltà, l’apertura ad un orizzonte europeo ed internazionale ne fanno espressione della vocazione siciliana come centro propulsore di idee nell’area culturale del Mediterraneo. La giuria presieduta da Sarah Zappulla Muscarà , ordinario di letteratuta presso l’Università di Catania e composta da Anna Maria Spataro (presidente del Circolo Athena),  Carlo Caputo (Sindaco del Comune di Belpasso), Domenico Tempio (editorialista de “La Sicilia”), Vicente Gonzales Martin (Università di Salamanca), ha così assegnato il Martoglio 2013 nelle sue diverse sezioni: Letteratura: Simona Lo Iacono per il romanzo Effatà. Simona Lo Iacono, siracusana, è magistrato da 16 anni e dirige la Sezione distaccata di Avola. Sul blog Letteratitudine cura una rubrica tra diritto e letteratura. Con il suo primo romanzo Tu non dici parole ha vinto il Premio Vittorini 2009, sezione opera prima. Nel 2010 ha pubblicato il racconto La coda di pesce che inseguiva l’amore, scritto a quattro mani con Massimo Maugeri, che ha vinto il Premio giornalistico “Portopalo, Più a Sud di Tunisi”. Nel 2011 ha pubblicato con Cavallo di Ferro il romanzo Stasera Anna dorme presto, con il quale ha vinto il Premio “Ninfa Galatea” per la letteratura. Giornalismo: Giuseppe Di Fazio. Editorialista de “La Sicilia”, Giuseppe Di Fazio è responsabile delle pagine culturali. Ha lavorato, in precedenza, al settimanale “Il Sabato” e al mensile internazionale “30 Giorni”. Insegna Storia e tecniche del Giornalismo alla Facoltà di Lettere dell’Università di Catania. Fra le sue pubblicazioni ricordiamo: La mezzaluna e la croce. Musulmani e cristiani nel Mediterraneo, Cusl La Traccia, Catania 1991; Cattolici e mondo operaio a Catania: Giuseppe Di Stefano, SEI, Torino 1997; Un giornale, un’Isola. La Sicilia di Domenico Sanfilippo, Alfio Russo e Antonio Prestinenza, Salvatore Sciascia editore, Caltanissetta-Roma 2005 (in collaborazione con Giuseppe Farkas), Dove sta la notizia. Giornali e giornalisti nell’era di Internet, Lussografica-Centro Studi Cammarata, Caltanissetta 2012 (in collaborazione con Orazio Vecchio). Editoria: Associazione Siciliani Editori;  presieduta da Arnaldo Lombardi, è una delle più antiche d’Italia. Con la sua trentennale attività è un esempio virtuoso di associazionismo che consente alle piccole case editrici di stare accanto ai grandi e rinomati colossi editoriali mantenendo fede ai principi della qualità delle pubblicazioni e della valorizzazione della cultura, del patrimonio artistico e delle tradizioni della Sicilia. L’Associazione Siciliani Editori ha infatti contribuito in maniera determinante alla promozione dell’immagine della Sicilia in Italia e all’estero con le sue edizioni e con mostre e rassegne, anche di intesa con Associazioni, Enti e Istituzioni siciliane, come, per fare solo qualche esempio, i Saloni del Libro di Parigi e di Torino e il Salone itinerante del Libro di Viaggio. Athena: Marcello Perracchioè uno dei più grandi attori caratteristi siciliani che  hanno contribuito a scrivere pagine gloriose della storia teatrale dello Stabile di Catania accanto a compagni di scena come Turi Ferro e Tuccio Musumeci. Interprete delle maggiori produzioni dello Stabile etneo, Il berretto a sonagli, La giara, I Malavoglia, I Vicerè, Il consiglio d’Egitto, La tempesta, Marcello Perracchio al cinema ha partecipato ai film Gente di rispetto di Luigi Zampa, La piovra di Damiano Damiani, Il giudice ragazzino di Alessandro di Robilant. La sua straordinaria notorietà televisiva si deve al personaggio del dottor Pasquano, il burbero medico legale della fortunata serie televisiva Il commissario Montalbano diretta da Alberto Siron.

Letteratura per ragazzi: Viviana Mazza per il volume Storia di Malala; è una giornalista del “Corriere della Sera”. Scrive per la redazione esteri, seguendo storie di donne e di uomini dall’Alaska al Pakistan. Nel 2010 ha vinto il Premio giornalistico Marco Luchetta dedicato ai bambini vittime della guerra. E’ tra le prime in Italia a raccontare con professionalità e passione la storia di Malala Yousafzai, la più giovane candidata al Nobel per la pace. Martoglio Internazionale: Alessandro Castro; vive a Barcellona da più di 20 anni ed è Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Membro dell’Accademia Italiana della Cucina, è responsabile per la Spagna dell’Accademia Italiana della Gastronomia Storica.

Collabora, inoltre, con l’ Istituto Europeo di Design, con l’Associazione Casa Italia  e scrive articoli su giornali e riviste del settore (Cuina, Millioner, Capital, La Gola, El Coso).
Ricercatore e studioso di antichi testi gastronomici ha tradotto e aggiornato le ricette del “Poema del Buongustaio” di Archestrato di Gela, ha organizzato convegni e simposi  sui Vicerè di Federico de Roberto, sul Gattopardo di Tomasi di Lampedusa e sull’Arte del Mangiar bene di Pellegrino Artusi.

Premio Speciale: Corrado Bonfanti; Sindaco della città di Noto dal 2011, laurea in economia, forte temperamento di sognatore oltre che di sportivo, Corrado Bonfanti ha impresso al suo mandato una precisa direzione: fare di Noto, il “giardino di pietra” capitale del Barocco, un laboratorio in cui sperimentare un modello di sviluppo sostenibile che punti sul binomio economia-cultura. Diventato responsabile per l’area della Sicilia Sud-orientale dei siti dichiarati dall’Unesco patrimonio dell’umanità, Corrado Bonfanti sostiene progetti che attraverso la cultura possano contribuire al riscatto dell’immagine della Sicilia nel mondo e al suo sviluppo economico e sociale.

Opera Prima: Leonardo Lodato per il volume Storie di Uomini e di Navi. Leonardo Lodato è Capo servizio del quotidiano La Sicilia per il quale ha curato, tra l’altro, numerosi reportage dedicati a storie di mare. Appassionato di immersioni, ha conseguito i brevetti di Dive Master e O.C. Extended Technical Diver. Con Guido Capraro e l’Ultradive Tech Diving ha mosso i primi passi nel mondo della subacquea tecnica e realizzato i documentari “Relitti di Sicilia 1”, “Relitti di Sicilia 2” e “Operazione Sommergibile Sebastiano Veniero”. Ha debuttato nella narrativa con il volume Storie di Uomini e di Navi. Un’avventura chiamata “Veniero”. Tra i premiati delle scorse edizioni che arricchiscono l’ Albo d’Oro del Premio figurano, tra gli altri, Gesualdo Bufalino, Andrea Camilleri, Turi Ferro, Leo Gullotta, Marcello Sorgi, Paolo Mieli, Pietrangelo Buttafuoco, Francesco Merlo, Gaetano Savatteri, Vittorio Sgarbi, Roberto Alajmo. La realizzazione del Premio si deve anche all’impegno e alla competenza scientifica dell’Istituto di Storia dello Spettacolo Siciliano e della Facoltà di Lettere dell’Università di Catania. Nel corso dei suoi ventisette anni di vita il Martoglio si è fatto spazio nel panorama internazionale dei premi letterari, affermandosi per la sua originalità: al servizio del libro e del valore della lettura, il premio non si esaurisce nella fase ufficiale della cerimonia conclusiva, mantenendo una funzione di osservatorio culturale permanente. L’unicità del Martoglio consiste nella disponibilità dei premiati a destinare la somma ricevuta nell’acquisto di libri che vengono sorteggiati fra il pubblico intervenuto alla manifestazione. I numerosi volumi distribuiti danno l’opportunità di approfondire la conoscenza dei premiati, sollecitando un dialogo ideale con scrittori ed intellettuali attraverso la lettura delle loro opere. Ad ogni edizione del Premio, numerose iniziative culturali, mostre fotografiche e convegni, hanno fatto da corredo alla manifestazione. Quest’anno la cerimonia di consegna del Premio è stata preceduta dall’inaugurazione,  presso il Club Progressista di Belpasso, della mostra dedicata alle pubblicazioni della “Associazione Siciliani Editori”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *