Premio Aci e Galatea: con Lando Buzzanca festeggiati ad Acireale 50 anni di emozioni

Giovedì 3 settembre nella barocca cornice della Piazza Duomo di Acireale si è tenuta la cinquantesima edizione del “Premio Aci e Galatea”, il “Premio di Acireale ai Siciliani” che hanno valorizzato la loro terra con professionalità e dedizione. Proposta la consegna delle chiavi della Città a Lando Buzzanca.

Da 50 anni è il Premio di Acireale ai Siciliani che con professionalità, coraggio e dedizione, hanno dato lustro alla nostra terra. Vengono segnalati “siciliani” che si sono distinti nelle loro specifiche attività a livello nazionale e internazionale. Un albo d’oro di oltre 200 nominativi prestigiosi “adorna” il Premio. Quest’anno nell’organizzazione è entrata la Noè Communications Training Group per dare supporto al Patron Salvatore Consoli.

Il Premio Aci e Galatea vide la luce nel 1965 e le prime edizioni si sono svolte nel parco Castello Pennisi di Floristella; dal 1990 la sede della premiazione, per problemi di spazio, venne spostata nel Parco delle Terme Romane di Santa Venera al Pozzo e successivamente al Parco delle Terme Regionali.

Dal 1996 l’evento, a cui viene riconosciuto il nome di “Il Premio di Acireale ai Siciliani”, è stato organizzato grazie alla collaborazione con il Comune di Acireale, la Regione Siciliana, la Provincia Regionale e l’APT di Catania, l’Azienda di Cura e Soggiorno, l’Azienda delle Terme, nel Palazzo di Città di Acireale, e locato splendidamente nella barocca Piazza Duomo.
All’edizione del 2009 oltre al Cine Foto Club “Galatea”, cui è affidato l’onere e la responsabilità dell’organizzazione, partecipano: la Regione Siciliana, la Provincia Regionale di Catania ed il Comune di Acireale, quest’anno, oltre al Prof. Salvatore ‘Turi’ Consoli (patron dell’evento), a Riccardo Anastasi (tecnical organization) e al Col. Med. (r) dott. Vincenzo Stroscio (supporter all’evento) è entrata a far parte dell’entourage organizzativo la Noè Comunication Training, diretta dal dottor Salvo Noè.

Il Premio è stato presentato dal poliedrico Salvo La Rosa , affiancato da due gemelle Valentina e Francesca Marino, bravissime e preziosissime collaboratrici in scena.
I premiati sono stati: la pianista Valeria Tonna (vincitrice di numerosi premi nazionali ed internazionali), il Comune di Montalbano Elicona (certificato nel 2015 come uno dei borghi più belli d’Italia). Dai comunicati web del sito messinese: “Montalbano è cambiato in bene. Da giugno l’apertura di tre ristoranti e circa dieci piccole imprese, hanno segnato lo sviluppo dell’economia locale”. Queste le parole, da cui trapela l’emozione del Sindaco dott. Filippo Taranto nel riceve l’illustre riconoscimento, dall’on. Basilio Catanoso. Ancora una volta il borgo montano, sale sul podio delle eccellenze siciliane e la promozione continua. Infatti, durante la serata presentata dal famoso Salvo La Rosa, sono stati lanciati alcuni filmati che illustrano la storia e l’architettura locale“. 

Atteso e premiato il dr. Francesco Pulvirenti (il medico di Emergency che ha sconfitto il virus Ebola). Sul palco il dott. Pulvirenti è stato premiato dai presidenti o delegati dei Club service che hanno aderito al progetto del Premio, il Lions Club di Acireale (che festeggiava anche il 50esimo anno di vita) e di Trecastagni, la FIDAPA, il Rotary di Acireale, il Kiwanis di Acireale e l’Absolute – Terra dei Ciclopi, il Serra Club International e l’Ass. del Nastro Azzurro

Ancora: la manifestazione che da lustro ad una delle specialità siciliane più apprezzate cioè La Nivarata – Il rito della granita siciliana, la Dolfin S.p.a. (che dal 1914, produce cioccolato e tante altre squisitezze – presente il ‘coach’ Gaetano Finocchiaro che fatto rivedere in trailer la storia della dolciaria della rinomata casa siciliana). Il premio a Mons. Giovanni Lanzafame Di Bartolo (Mariologo di fama internazionale, esperto d’arte e di tradizioni popolari – bisnonno acese, di via Dafnica)) era stato consegnato all’altro prelato presso il Comune di Acireale in quanto impossibilitato alla presenza alla serata di gala. 
Ha suscitato interesse promuovere sul palco una giovane costruttrice di un Violino ‘tutto Acese’, mod. Stradivari, Ilaria Anastasi, e che ha incantato la platea numerosa.

Sono stati ricordati con tanto affetto per l’interesse dimostrato nei confronti del premio gli scomparsi Nicola Consoli (indimenticato fratello del patron), il magistrato acese Tindari Baglione, il Principe Francesco Alliata di Villafranca, la Sig.ra Pinella Musmeci.
Il Premio “Una Vita per l’Immagine” è andato al fotografo Carmelo Strano, che ha ricordato la nascita del Premio attraverso la fotografia e ‘i prodi’ del Cine Foto Club Galatea

Ha aperto la kermesse di spettacolo – e premiata – la banda “Concerto Musicale Gaetano Miraglia Città di Acireale” (orchestra di fiati diretta dal M° Salvo Miraglia).

Attesissimo ospite d’onore, premiato per i suoi 50 anni di carriera, l’istrionico e applauditissimo Lando Buzzanca protagonista di molti film come “Il merlo maschio” e “La schiava io ce l’ho e tu no” e della più recentemente fiction “Il restauratore”. Lando festeggia nella Città che lo ha visto protagonista con ben tre film e tanti ricordi (vedi L’Arbitro .. incorruttibile acese). Come non rivedere le storie del dr. Danieli e l’acqua magica di Pozzillo (La prima notte del dottor Danieli, industriale, col complesso del… giocattolo, un film del 1970 del regista Giovanni Grimaldi) e ricordare i fasti dell’Aloha D’oro, albergo epocale della Aci bene. Sul palco a sorpresa la proposta, ben recepita dal Sindaco ing.Barbagallo, di assegnare le chiavi della Città all’artista.  

Numerosi gli sponsor che hanno creduto e che continuano a credere in questa significativa manifestazione che è ormai giunta alla sua 50esima edizione e che negli anni ha visto sul proprio palco nomi importanti come Giuseppe Fava, Ercole Patti, Marella Ferrera, Vincenzo Spampinato, Mariella Lo Giudice, Pippo Baudo, Antonio Presti, La Sibat Tomarchio, Puccio Corona, Mario Venuti, Ficarra e Picone, Angelo D’Arrigo, Rita Botto, Salvo Sottile, Gianni Bella, Pippo Pattavina (presente al premio), Marcello Perracchio, Andrea Tidona, Antonello Tonna (presente e che ha ritirato il premio per la figlia Valeria), Flaminia Belfiore solo per citarni alcuni.

Ospiti del Premio Aci e Galatea del 2015 sono stati il cantautore Luigi Di Pino, Danzamica Acireale (diretta da Daniela Ardita), la bravissima folk-cantante/attrice Loredana Marino, la poetessa Maria Grazia Falsone (apprezzata la sua perfomance arte-danza “la Perla dello Jonio” tratta dal suo ultimo libro “Respiro di…verso del tempo”), il violinista Giovanni Di Mauro e il gruppo femminile de Gli Angeli di Charlie (Charlie’s Angels).

Nella foto sopra la consegna a Mons.  Lanzafame Di Bartolo – Diocesi ispalense di Siviglia – del Premio Aci e Galatea 2015 nella stanza del sindaco Barbagallo.

I commenti dei protagonisti

Salvo La Rosa (presentatore): “Tanti momenti nel meraviglioso incontro di ieri sera in piazza Duomo ad Acireale al Premio Aci e Galatea, con un altro grande Siciliano, Lando Buzzanza. Sul palco con noi anche il patron Turi Consoli, gli amici Salvo Noè e Vincenzo Stroscio e le due gemelle Valentina e Francesca Marino, bravissime e preziosissime collaboratrici in scena. Grazie di cuore per avermi invitato a presentare un premio così prestigioso e grazie sempre a tutti voi che mi seguite con affetto e tanta passione“. 

Antonello Tonna (musicista): “Ieri sera ho ritirato il Premio Aci e Galatea di mia figlia Valeria assente per impegni professionali.
Grande emozione dentro di me, soddisfazione alle stelle e orgoglioso di mia figlia che ha studiato intensamente musica da circa 20 anni.
Felicissimo per la riuscita della serata e un plauso all’organizzazione con in testa Salvatore Consoli patron della manifestazione
“. 

Rosario Faraci (Pres. Lions Club Acireale): “Bellissimi momenti del Premio Aci e Galatea organizzato e animato dall’infaticabile Salvatore Consoli. Sul palco i club service del territorio che premiano Fabrizio Pulvirenti, il medico ennese di Emergency che, combattendo sul campo contro l’Ebola, ha finito per combattere lui stesso contro questo virus che aveva contratto. Un esempio di gentilezza e di coraggio per tutti noi. Per il Lions Club Acireale, nella ricorrenza dei suoi cinquant’anni,  è stato un grande onore consegnare, con gli altri clubs, al dottore Pulvirenti questo prestigioso premio, giunto anch’esso al cinquantesimo anno“. 
Salvo Noè (Noè Communications Training Group): “Un onore premiare il grande Lando Buzzanca nella mia città, in una piazza gremita, che ha applaudito in piedi, il grande attore siciliano. Un plauso al Prof. Salvatore Consoli per la sua tenacia e per aver dato lustro alla nostra amata Acireale. Grazie all’Amministrazione Comunale con in testa il Sindaco Barbagallo. Grazie a tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione del Premio. E’ stato faticoso e gratificante lavorare per una così bella e longeva manifestazione. Grazie ai premiati per la loro disponibilità, a tutti gli ospiti, a Salvo La Rosa, a Riccardo Anastasi, ai tecnici, a Radio Universal TV, a Enzo Stroscio (Globus Magazine Network), ai miei ragazzi e a tutti coloro che hanno reso possibile il tutto. Il prossimo anno cercheremo di migliorare ancora, con umiltà e professionalità. Grazie al pubblico presente, per aver dato il suo supporto fino alla conclusione. Il finale con la piazza ancora piena di persone è stato bellissimo!!!“. 
Turi Consoli (patron del premio): “Un solo GRAZIE a tutti coloro che hanno contribuito alla riuscitissima manifestazione del 50° del Premio Aci e Galatea: dal sindaco di Acireale, ing. Roberto Barbagallo, al Presidente del Consiglio, prof. Saro Raneri, al dott. Salvo Noè che con la sua splendida organizzazione ha fatto spiccare al Premio il salto di qualità, a Riccardo Anastasi, impareggiabile regista, ai tecnici Leo Sorrentino e Giovanni Rossi e a Giovanni Vinci e Nuccia Leotta, agli amici dei Club Service, agli sponsor che ci hanno gratificato della loro fiducia. Non posso dimenticare, certamente, l’apporto dei tanti che hanno contribuito alla realizzazione della serata: a Salvo La Rosa, alle dolcissime Valentina e Francesca, a Mariella Gennarino, agli ospiti che hanno impreziosito il palcoscenico, ai premiati che hanno onorato l’Aci e Galatea 2015. Grazie, grazie a tutti. Sono oltre un centinaio quelli ai quali vorrei dire grazie per la loro partecipazione, aiuto, sostegno ed amicizia … ma certamente lo farò di presenza se Iddio me ne darà il tempo e l’occasione. Grazie, ancora al pubblico di Acireale“. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *