“POMERIGGI MUSICALI A GRAVINA”, INIZIATA LA STAGIONE CON IL CONCERTO DEI MANOUCHE

Il pubblico presente ha costantemente mostrato di apprezzarne l’esecuzione

manouche

La Sala delle Arti “Emilio Greco” si trasforma in auditorium in occasione della stagione concertistica “Pomeriggi musicali a Gravina”, organizzata dal Centro culturale e teatrale “Magma” e patrocinata dal Comune di Gravina di Catania guidato dal sindaco Massimiliano Giammusso. A fare gli onori di casa per la serata inaugurale sono stati: Marco Rapisarda, capo di gabinetto del sindaco e Patrizia Costa, assessore alla cultura, che ha voluto inaugurare l’iniziativa domenica 25 novembre in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

Protagonista del debutto è stata la Compagnia Manouche, gruppo composto da musicisti unicamente siciliani quali la violinista Francesca Guccione, il contrabbassista Fred Casadei, il clarinettista Salvatore Assenza ed il chitarrista Francesco Rubino il quale è stato protagonista anche di un dettagliato racconto storico-biografico sullo stile e le esibizioni di Django Reinhardt, celebre chitarrista a cui è stato dedicato il programma. Prima dell’esibizione sono intervenuti inoltre Salvo Nicotra, direttore del Centro teatrale e culturale Magma e Giovanni Rapisarda, responsabile del servizio amministrativo del Comune per lo Spettacolo.

Dalle prime note, questo particolarissimo jazz tzigano francese anni Trenta ha catturato il numeroso pubblico presente che ha costantemente mostrato di apprezzarne l’esecuzione. Brani celebri e non, caratterizzati da nuance e ritmi versatili e talvolta virtuosistici: “Menilmontant”, “Que reste-t- il de nos amour?”, “La vie en rose”, “J’attendrai”, ecc.

L’ideatrice del programma della stagione concertistica, la pianista Tania Cardillo, a nome anche dell’amministrazione Comunale e del Centro Magma, ha personalmente voluto rendere omaggio agli artisti consegnando loro delle targhe come ringraziamento per avere contribuito con spiccato temperamento e fine sensibilità alla realizzazione del progetto artistico musicale. Con il noto brano popolare “Dark eyes” come bis, cadenzato dagli applausi del pubblico, si è concluso il concerto.

Il prossimo appuntamento si terrà, sempre alla Sala delle Arti, sabato 15 dicembre 2018 alle ore 18.30 e vedrà impegnato il pianista Alessandro Vena in un recital in cui proporrà musiche di F.Chopin, C.Debussy e trascrizioni di F.Busoni su alcune composizioni di J.S.Bach.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *