Policlinico di Catania: tra un mese lo Spettrofotometro, per mancanza di fondi, non potrà più funzionare

L’allarme viene lanciato dal prof. Giovanni Sorge, responsabile del Centro regionale per le malattie metaboliche congenite  e, lo screening neonatale operante nella clinica Pediatrica del Policlinico Etneo. Il Lions sempre attento alla comunità. 

CATANIA – “Tra un mese lo Spettrofotometro, l’attrezzatura che fornisce la diagnosi sulle malattie metaboliche congenite nello screening neonatale, per mancanza di fondi, non potrà più funzionare”. Questo il grido di allarme che ha lanciato il prof. Giovanni Sorge, responsabile del Centro regionale per le malattie metaboliche congenite  e lo screening neonatale operante nella clinica Pediatrica del Policlinico durante un incontro organizzato dal Lions Club Adrano – Bronte – Biancavilla svoltosi a Palazzo Platamone. 

Il meeting era stato organizzato con il patrocinio del Comune di Catania, di Telethon, dell’Ordine dei Medici, dell’Università, di Cittadinanzattiva e dell’Associazione Bacodirame onlus, per fare conoscere il funzionamento del spettrofotometro nella diagnosi delle malattie metaboliche.
Come ha descritto lo stesso prof. Sorge nella sua relazione, l’attrezzatura è in grado di individuare attraverso l’analisi di una piccola quantità di sangue una ventina di malattie metaboliche congenite. “Questa attrezzatura – sottolinea Sorge – funziona da diverso tempo grazie allora all’interessamento allora del dott. Giosuè Longo del Lions Adrano Bronte Biancavilla e del prof. Lorenzo Pavone della Clinica Pediatrica. Siamo riusciti a sottoporre a controllo moltissimi neonati e ad individuate diverse malattie congenite  grazie a questo sistema. Nel passato – sottolinea il prof. Sorge –  i fondi accreditati dalla Regione erano stati sufficienti adesso però su una spesa prevista di circa 350 mila euro la Regione, per il taglio dei fondi, ha ridotto il contributo a circa 100 mila euro, una spesa insufficiente perché se non sarà integrata nel prossimo mese di luglio la struttura non sarà più in grado di funzionare con un grave danno sullo screening neonatale”.
Il grido di allarme è stato recepito dai partecipanti all’incontro che hanno espresso pieno sostegno al prof. Sorge nelle iniziative che vorrà portare a vanti per scongiurare questo blocco di attività.

I lavori  del meeting, coordinati dal giornalista Giuseppe Petralia, sono stati aperti dalla relazione del presidente del club, dott. Salvatore Zinna, che ha parlato dell’impegno del Lions nel sostenere tutte le iniziative per ottenere il massimo funzionamento dello Spettrofotometro. Sono intervenuti sulla relazione del prof. Sorge, il noto pediatra prof. Lorenzo Pavone, che ha ricordato come lo screening neonatale era stato attivato in Sicilia in ritardo rispetto alle altre regioni e come esso abbia contribuito negli anni a diagnosticare in tempo malattie metaboliche, evitando così  dei danni irreversibili come quelli mentali. Il dott. Massimo Buscema, presidente dell’Ordine dei Medici, nel suo intervento ha messo in luce gli sprechi che vengono operati nel settore della Sanità siciliana mentre si potrebbero sfruttare le eccellenze sanitarie presenti per attirare pazienti dei paesi che si affacciano nel Mediterraneo.
La dott.ssa Cettina Meli, del Centro diretto dal prof. Sorge, ha parlato dell’accoglienza dei pazienti e delle loro famiglie nel centro, sottolineando l’impegno degli operatori nel trattare queste persone con un buon sostegno umano. Hanno offerto un valido contributo a sostenere l’attività del centro l’assessore comunale al Welfare Troiano Fiorentino che assicurato il massimo sostegno dell’amministrazione comunale, il dott. Pieremilio Vasta, presidente della conferenza dei comitati consultivi, l’avv. Luigi Anile presidente di Cittadinanzattiva di Catania, il dott. Maurizio Gibilaro di Telethon, il prof. Bruno Andò presidente dell’associazione Bacodirama. Hanno concluso i lavori del meeting gli interventi del socio Lions, dott. Salvuccio Furnari, il delegato del governatore Franco Cirillo, il past presidente del consiglio dei governatori, avv. Salvo Giacona ed il governatore prof. avv. Gianfranco Amenta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *