Pino Daniele …un partenopeo alla corte dell’Etna. Sold out a Zafferana Etnea.

An Intimate Evening With Pino Daniele & band. 
L’Anfiteatro di Zafferana Etnea  ha ospitato il cantautore partenopeo e il suo gruppo nel Pino Daniele Concert Tour 2013, per l’estate di Etnea in Scena, per l’organizzazione Musica & Suoni di Nuccio La Ferlita

Torna il Pino Daniele nazionale con un tour estivo ricco di live  e partecipazioni a festival in tutta Italia.Dopo le date in Nord America, il tour Europeo, aperto in Giugno al Barbican Theatre di Londra, altro sold out in Terra di Sicilia. Ancora si sentono gli echi positivi di una già lunga tournèe che ha visto il chitarrista e cantante italiano partecipare a tanti importanti appuntamenti, con ospiti importanti ‘guest artist’ come Marcus Miller, Mario Biondi, Stage 48,  accompagnato dalla grande Orchestra Sinfonica, da Awa Ly e tanti altri musicisti.
Sul palco Pino Daniele è stato accompagnato dal maestro Tullio De Piscopo alla batteria, dal mitico amico di sempre Rino Zurzolo al contrabasso elettrico, dalla bella, sapiente e preparata Elisabetta Serio al piano e alle tastiere. 
Ospite d’onore la chitarra elettrica e acustica del britannico Phil Palmer, uno dei più quotati chitarristi di jazz, blues e rock, tra i più noti turnisti internazionali e fondatore degli Spin 1ne 2wo.

  Il concerto di Zafferana: 
Entrata in sordina ma ricca di pathos quella del gruppo dei grandi nomi che accompagnano l’ovazione per l’ingresso di Daniele. Tanti gli ospiti, Sindaco Russo in testa, tanti i musicisti e gli organi di stampa. Brevi accenni ai saluti di rito e subito parte il concerto, dando immediatamente l’impronta di quello che è la serata, un misto di rock, blues in chiave jazz, che si presenta al parco di Zafferana, su un palco ben attrezzato in audio-luci dal team personale degli artisti e da quello locale di Alessandro Finocchiaro

Toledo, Gente di Frontiera, Coffe Time, Napule è, Melodramma, Dubbi non ho, Sara non piangere, Invece no (in acustica), sono stati i primi brani che hanno arricchito la scaletta. Poi in un soft-trio, con PalmerDe Piscopo (al mini-drum), per suonare Resta Resta cu’mme, Quando, Amici come Prima, e affascinare la platea con il must di Je so Pazzo. Continuare con Anima, ‘O Scarrafone, Io per Lei, e finire con A me me piace o Blues.
Applausi a scena aperta e bis di rito con
Quanno Chiove e salutare il pubblico dell’anfiteatro etneo con il prolungato riff di Yes I Know My Way 
 

Menzione particolare per Palmer, nipote di Ray e Dave Davies (fondatori dei gloriosi The Kinks) e collaboratore con Bob Dylan, Frank Zappa, Dire Straits, Eric Clapton, The Who, Elton John, Tina Turner, Wishbone Ash, Tears for Fear, George Michael, Robbie Williams e tanti altri artisti internazionali, come Gilmour e Joe Walsh.
In Italia, oltre Daniele, ha suonato con Lucio Battisti, Renato Zero, De Gregori, Baglioni, Patty Pravo, Gianni Morandi, Edoardo Bennato ecc… Insomma un grande sotto le pendici dell’Etna, e la sua presenza sul palco di Zafferana si è fatta sentire, con un suono pulito e preciso, imbracciando sia l’acustica, con cui a duettato con Pino Daniele, sia la Fender Stratocaster negli assoli o in slide-guitar. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *