Paola Turci celebra i 30 anni di carriera a Enna, unica tappa siciliana di “Io sono”

La cantautrice romana presenterà il suo nuovo disco antologico contenente 12 brani storici e tre inediti in chiave acustica. Appuntamento al Teatro Garibaldi di Enna mercoledì 6 gennaio alle ore 20.30 

La voce inconfondibile, la sua personalissima vena di autrice, la spontaneità e il magnetismo sul palco sono gli elementi che l’hanno resa una delle cantanti più importanti e popolari in Italia, in grado di costruire e conservare con il suo pubblico un rapporto personale e privilegiato.

La stagione del Teatro Garibaldi firmata dal direttore artistico Mario Incudine riprende, mercoledì 6 gennaio ore 20.30, con l’unica data siciliana del tour di Paola Turci “Io sono” dall’omonimo disco antologico che contiene 12 canzoni storiche, completamente riarrangiate con sonorità elettro-acustiche, e tre brani inediti, tra i quali la tiltle track scritta da Francesco Bianconi dei Baustelle e da Kaballà e “Questa non è una canzone” attualmente in rotazione radiofonica.

L’album “Io sono”, il sedicesimo di un percorso artistico che l’ha vista debuttare a metà degli Anni 80, celebra i trent’anni di carriera di Paola Turci.

Fu proprio Vincenzo Micocci, discografico e talent scout di cantautori come Francesco De Gregori, Antonello Venditti e Rino Gaetano a intravedere nella presenza e nella splendida voce da contralto di quella ragazza di Roma una cantautrice del futuro: Paola Turci aveva dalla sua grinta, talento e determinazione, qualità che non l’hanno mai abbandonata.

Da quel giorno sono passati 30 anni, nei quali la carriera di Paola Turci si è sviluppata seguendo diverse fasi artistiche, corrispondenti ognuna ad una continua ricerca personale.

La sua discografia racconta tutto questo, dai primi felici esperimenti cantautorali (“Ragazza sola, ragazza blu”, “Paola Turci”, “Ritorno al presente” e “Candido”), agli album maggiormente ambiziosi targati BMG (“Ragazze” e “Una sgommata e via”) usciti prima del grande successo commerciale arrivato con “Oltre le nuvole” e “Mi basta il paradiso” alla fine degli Anni 90.

Gli anni Duemila hanno invece coinciso con un ritorno alle proprie istanze artistiche più intime, raccontate grazie ad album come “Questa parte di mondo” e “Tra i fuochi in mezzo al cielo”, intervallati tra loro a breve distanza dal live “Stato di calma apparente” e seguiti, tra il 2009 e il 2012, da una vera e propria trilogia dedicata all’amore, al femminile e al suo sguardo sul mondo con “Attraversami il cuore”, “Giorni di rose” e “Le storie degli altri”, fino ad arrivare a “Io sono”: una fotografia che immortala un momento di passaggio e al tempo stesso lascia immaginare nuovi scenari futuri.

Sul palco ennese Paola Turci presenterà “Io Sono” e tutti i suoi più grandi successi in una dimensione più intima e raccolta, a stretto contatto con il suo pubblico, in un’esclusiva veste acustica, solo voce e chitarra.

«Quando ho registrato “Io sono”, il mio ultimo album, avevo in mente un disco intimo e minimale, adatto a essere suonato in teatro – racconta l’artista – Il disco è poi uscito invece in primavera, prima di una lunga estate che ci ha portato a suonare molto e in posti assai diversi tra loro, alcuni molto raccolti, altri decisamente più grandi e adatti ad un concerto elettrico. Queste prime date in teatro mi offrono la possibilità di realizzare il mio desidero e proporre finalmente il disco nella veste in cui è nato, riportandomi in uno spazio che non smette mai di sorprendermi e affascinarmi».

Informazioni:

Inizio spettacolo ore 20.30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *