PALLANUOTO UOMINI, LA NUOTO CATANIA PERDE LA PRIMA IN CASA

Delusione e amarezza dopo la sconfitta interna contro Roma Nuoto per 3-6. Seconda sconfitta consecutiva per gli etnei 

26195411_1844107748994608_7064836246567610579_n

“Sono deluso dalla prestazione della mia squadra, che sinceramente, non riconosco” – ha dichiarato il presidente della Nuoto Catania, Mario Torrisi – “La Roma ha meritato la vittoria, adesso non dobbiamo fare altro che lavorare e trovare prima possibile la quadra”.

Delusione e amarezza questo pomeriggio alla Scuderi al termine della prima gara interna della stagione contro la neopromossa Roma Nuoto, terminata 3-6. Seconda sconfitta consecutiva per gli etnei che hanno avuto notevoli difficoltà nelle dinamiche di gioco non riuscendo a produrre le giuste giocate e quindi le decisive conclusioni.

A fare la partita è la Roma Nuoto, mai in svantaggio. Subito 1-0 su distrazione dei padroni di casa con De Robertis, temporaneo pareggio del capitan Kacar (1-1) e successivo 1-2 (Innocenzi) subito su un capovolgimento di fronte dopo aver prodotto una superiorità non conclusa.

All’inizio del secondo quarto è sempre il capitano rossazzurro Nenad Kacar ad andare in gol, in superiorità numerica, pareggiando i conti 2-2.

La Roma Nuoto, più cattiva sotto porta, riesce a sfruttare i buchi della difesa rossazzurra ed è 1-2 anche nel secondo parziale con Spione e La Penna. Nuoto Catania spento e poco incisivo.

2-4 il risultato al termine del secondo quarto.

Nel terzo quarto i padroni di casa hanno provato ad accorciare le distanze prima con Buzdovacic e poi con Jankovic ma senza esito, sono gli ospiti ad imporre il loro gioco, andando in rete con Ciotti che ha realizzato una doppietta (2-6).

La Roma Nuoto ha ormai chiuso la partita, nonostante la rete della Nuoto Catania, realizzata da Alessio Privitera (3-6), ma è ormai troppo tardi per pensare ad una rimonta. La gara si conclude 3-6 decretando la seconda sconfitta della Nuoto Catania. Ottima prestazione del nuovo portiere etneo Risticevic, autore di diversi interventi decisivi, al fine di evitare le reti degli avversari.

Nenad Kacar

Nenad Kacar

A commentare la sconfitta della Nuoto Catania, il capitano Nenad Kacar: “Prestazione deludente in fase d’attacco, abbiamo commesso tantissimi errori subendo anche diversi contropiede. La Roma merita questo risultato, il nostro gruppo non è ancora riuscito a trovare le giuste soluzioni sia in attacco che in difesa, dobbiamo lavorare molto di più per migliorare le nostre prestazioni alzando il livello del gioco”.

Per il tecnico degli etnei, Peppe Dato, la squadra deve ripartire da zero: “Pur avendo delle qualità, dobbiamo ripartire da zero con la consapevolezza che il primo obiettivo da raggiungere è la permanenza nella categoria. Abbiamo giocato male e certamente questa mancata vittoria. E il calendario non giova di certo al morale dei ragazzi. Questo momento deve servirci per riflettere e concentrarci sull’obiettivo di garantire la serie A1”.

NUOTO CATANIA: Risticevic, Lucas, Jankovic, Buzdovacic, Catania, Russo, Torrisi, Scebba, Kacar 2, Privitera 1, D. Presciutti, Cuccovillo, Castorina. All. Dato

ROMA NUOTO: De Michelis, Ciotti 1, Faraglia 1, Giliberti, J. Camill, Spione 1, De Santis, Paskovic, La Penna 1, De Robertis 1, Africano, Innocenzi 1, D’ascoli. All. Gatto

Arbitri: Collantoni e Castagnola

Parziali 1-2, 1-2, 0-2, 1-0. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Nuoto Catania 1/6 e Roma Nuoto 4/9. Spettatori 300 circa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *