Pallanuoto uomini, derby spettacolare tra Catania ed Ortigia

Tra Nuoto Catania e Ortigia ha vinto lo spettacolo. Per la Nuoto Catania un punto che regala gioia, morale e fiducia

Il vice-capitano della Nuoto Catania, Giorgio Torrisi

Il vice-capitano della Nuoto Catania, Giorgio Torrisi

È stato un derby di Sicilia a dir poco spumeggiante quello visto sabato alla “Scuderi”. Tra Nuoto Catania e Ortigia finisce 11-11.

Il primo tempo si apre con le reti avversarie di Napolitano (doppietta) e Di Luciano. Il primo squillo rosso-azzurro è di Privitera (1-3). Al gol del numero 10, segue quello di capitan Kacar (2-3) a tre minuti dallo scadere del primo tempo.

Poco dopo vanno a segno i biancoverdi con Farmer, ma la Nuoto Catania sempre viva risponde con Cuccovillo (3-4).

All’inizio della seconda frazione arriva subito il gol del pareggio (4-4) con Jankovic. I siracusani premono l’acceleratore e si portano sul +3 grazie alle reti di Jelaca, Giacoppo e Susak (4-7). È così che si conclude il secondo tempo.

Nella terza frazione di gioco l’arbitro concede un rigore alla Nuoto Catania per un fallo di Giacoppo: capitan Kacar non sbaglia e mette dentro la palla del 5-7. Ad accorciare le distanze ci pensa Presciutti su passaggio di Torrisi (6-7).

I ritmi si alzano, entrambe le formazioni vogliono la vittoria. A circa tre minuti dalla fine va a segno l’Ortigia con Jelaca, alla cui rete risponde Lucas (7-8). È un momento cruciale della gara quando i più giovani della formazione rosso-azzurra, Samuele Catania ed Eugenio Russo mettono a segno due reti determinanti per ripartire verso la giusta direzione (9-8).

L’ultima frazione si apre con la rete del pareggio di Vapensky (9-9). Presciutti porta avanti i padroni di casa (10-9), ma Giacoppo lo insegue portando il match in parità (10-10).

Gli animi sono accesi e spesso nervosi da entrambe le parti, l’arbitro infatti da il rosso diretto a Scebba e a Giacoppo. Poco dopo il n.3 rosso-azzurro Jankovic è costretto ad abbandonare la gara per somma di ammonizioni. Le formazioni lottano per avere la meglio. Gli ospiti trovano la rete con Di Luciano. La Nuoto Catania pareggia i conti con una splendida rete del vice-capitano Giorgio Torrisi a circa 3 minuti dalla sirena. Finisce 11-11 tra le due formazioni siciliane di A1.

«È stato uno splendido derby – ha affermato il presidente della Nuoto Catania, Mario Torrisi –  le squadre si sono affrontate a viso aperto mostrando un gioco maschio e pieno di colpi di scena, sono queste le gare che avvicinano alla pallanuoto e lo rendono lo sport più bello del mondo. Sono molto felice, abbiamo pareggiato contro una grande squadra , e credo che sia stata come dicevo alla vigilia, una grande festa dello sport».

Soddisfatto anche il tecnico dei padroni di casa, Giuseppe Dato: «È un punto che non stravolge la classifica ma fa morale e ci fa acquisire autostima per il futuro. Sicuramente trascorreremo un natale più sereno. Tutti hanno fatto bene, ma mi sento di citare i più giovani Catania e Russo, i cui gol ci hanno rimesso in carreggiata in un momento delicato della partita».

Infine i due giovani rosso-azzurri: «Il nostro compito è farci trovare sempre pronti e a disposizione del mister e dei compagni», afferma Eugenio Russo.

«Anche se oggi abbiamo avuto meno spazio, siamo contenti per i gol e per il pareggio – conclude Samuele Catania -. Questo punto dà morale e fiducia».

Di seguito il tabellino del match:

NUOTO CATANIA-CC ORTIGIA: 11-11

NUOTO CATANIA: Risticevic, Lucas 1, Jankovic 1, Buzdovacic, Catania 1, Russo 1, Torrisi 1, Scebba, Kacar 2 (1 rig.), Privitera 1, Presciutti 2, Cuccovillo 1, Castorina. All. Dato

CC ORTIGIA: Caruso, Cassia, Abela, Jelaca 2, Di Luciano 2, Farmer 1, Giacoppo 2, Espanol Lifante, Giribaldi, Vapenski 1, Susak 1, Napolitano 2, Pellegrino. All. Piccardo

Arbitri: L. Bianco e Petronilli

Parziali: 3-4, 1-3, 5-1, 2-3

Note: Usciti per limite di falli Jankovic (C) e Giacoppo (O) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Catania 5/7 + un rigore e Ortigia 7/13. Spettatori 500 circa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *