Pallanuoto Maschile, Napoli supera la Nuoto Catania per 8-7

La Nuoto Catania esce sconfitta dal match contro il C.C. Napoli per 8-7. Partita dal ritmo altalenante e combattuto soprattutto nel finale

Giorgio TorrisiI primi ad imporsi sono i rossazzurri dopo un minuto di gioco con Privitera (0-1), poco dopo per i partenopei pareggia i conti Tanaskovic (1-1), ripartono subito i rossazzurri che chiudono la prima frazione di gioco in vantaggio grazie a una doppietta di Giorgio Torrisi (1-3).

Secondo tempo di blackout per gli etnei che non riescono ad emergere e a finalizzare, subendo ben sei reti dai padroni di casa: Campopiano riporta il match in parità (3-3), dopo tre minuti di gioco è Borrelli a realizzare una doppietta portando i suoi sul 5-3. Chiude il secondo quarto Tartaro con due reti 7-3.

Un tempo a testa per squadra: terzo tempo di impronta rossazzurra con ben tre reti che danno il via alla rimonta della Nuoto Catania. E’ Nicola Cuccovillo il primo ad accorciare le distanze (7-4), seguito poco dopo da Daniel Presciutti (7-5), a pochi secondi dallo scadere del tempo il vice capitano Giorgio Torrisi firma la rete del 7-6.

All’inizio del quarto tempo è il C.C.Napoli il primo ad imporsi con Borrelli (8-6), la Nuoto Catania reagisce e va a segno con Cuccovillo 8-7. Termina così il match tra Napoli e Nuoto Catania. Da segnalare un rigore parato a Privitera dal portiere partenopeo Vassallo nel quarto tempo.

Questa l’analisi del match del tecnico Peppe Dato: “Siamo partiti bene nel primo tempo, il secondo invece è stato a dir poco disastroso abbiamo subito un parziale di 6-0, da cui si evince che siamo stati inconcludenti in attacco e abbiamo commesso diversi errori. Nel terzo abbiamo avuto la forza di reagire, tutto si è deciso nel quarto tempo, un tempo combattuto in cui noi non siamo stati né lucidi né fortunati. Se dovessi trovare una nota positiva in questo match direi la reazione che i ragazzi hanno avuto rimontando, ma la reazione non basta per vincere, dovevamo riuscire a mantenere il ritmo con cui ci eravamo approcciati alla partita nel primo tempo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *