Da Palermo verso Bergamo per combattere l’osteoma della coroide

Domenica 27 gennaio alle ore 12.30 all’interno della splendida location dell’Agriturismo Antico Benessere di Fara Gera d’Adda (BG) avrà luogo il pranzo di beneficenza volto a raccogliere fondi per Lucia, giovane ragazza ventitrenne affetta da un osteoma della coroide, tumore benigno che si è manifestato all’interno dell’occhio e che la sta portando alla cecità

verzera

Domenica 27 gennaio alle ore 12.30 all’interno della splendida location dell’Agriturismo Antico Benessere di Fara Gera d’Adda (BG) avrà luogo il pranzo di beneficenza volto a raccogliere fondi per Lucia, giovane ragazza ventitrenne affetta da un osteoma della coroide, tumore benigno che si è manifestato all’interno dell’occhio e che la sta portando alla cecità.

Questi tumori, costituiti da tessuto osseo, si sviluppano nei vasi sanguigni costituenti lo strato coroideale situato al di sotto della retina e d essendo localizzato nei pressi del nervo ottico porta velocemente alla perdita di visione, in quanto esso ostacola il corretto afflusso di sangue verso la parte superiore della retina.

“Lucia – afferma Alessandra Verzera, nota giornalista gastronomica e promotrice del pranzo di gala di beneficenza – ha uno stato avanzato del tumore e io, insieme agli chef  Gianfranco Dainotti e Cinzia Fumagalli stiamo cercando di raccogliere fondi per aiutarla ad evitare la cecità assoluta. 

La sola cura, sperimentale, è negli Stati Uniti a Philadelphia, ma Lucia non hai i mezzi per affrontare nè il viaggio nè le cure, ed essendo orfana di mamma con un papà disoccupato, la sua situazione è ancor più dolorosa. Sono certa che in molti non rimarranno indifferenti e saranno presenti domenica 27 gennaio alla giornata che vuole essere di festa e con un fine benefico. Insieme possiamo accendere la luce di questa giovane vita che rischia di essere condannata all’invalidità più terribile che si possa immaginare”.

Nell’evento o promosso da  Alessandra Verzera gli chef lombardi Gianfranco Dainotti e la Top Chef Italia Cinzia Fumagalli firmeranno il menù.

Ambedue si sono resi subito disponibili appena hanno letto la richiesta della giornalista Verzera, che sui social, ha lanciato un appello al settore del quale si occupa: la ristorazione. L’idea è di un pranzo di gala che avrà come scopo il fundraising e la raccolta di denaro sufficiente a mettere Lucia su un volo nella speranza che possa servire a fermare la malattia.

“Io ci sono incondizionatamente!” – ha fatto sapere Cinzia Fumagalli, che si è detta disposta anche ad annullare altri eventi per dare la propria mano a Lucia.

“Come si fa a rimanere indifferenti?” – ha detto lo chef Dainotti.  “Lucia è la figlia di ognuno di noi, già colpita duramente negli affetti con la perdita della mamma. Dobbiamo tenere accesa la sua luce il più a lungo possibile”.

“Ringrazio gli chef che hanno aderito. A quanto pare i cuochi e gli chef palermitani e siciliani preferiscono altro tipo di passerelle, e sono poco inclini alla beneficenza. Non ho avuto da parte di Palermo nessun tipo di riscontro. Sono vagamente delusa dalla totale indifferenza dei tantissimi cuochi che pure conosco e mi conoscono. Il mio appello è stato raccolto in luoghi ben lontani da Palermo, ed è stato lo chef Gianfranco Dainotti, da Cremona, a prendere in mano la situazione e ad attivare un tam tam incredibile nel volgere di poche ore. Immediatamente dopo si è fatta avanti la Top Chef Italia Cinzia Fumagalli, anche lei lombarda, con un’idea di menù a 4 mani degno veramente di nota spiega la Verzerza – inoltre, sottolineo che saremo in un luogo di una bellezza particolare, che è un agriturismo di prestigio: l’Agriturismo Antico Benessere di Fara Gera d’Adda (BG) Un luogo splendido nel quale, grazie alla generosità dei titolari, Lucia e la sua accompagnatrice trascorreranno la notte in una camera messa a loro disposizione. Sarà di fatto un pranzo di gala, in cui ogni partecipante pagherà il costo di un pasto di alto livello in una bella location realizzato da firme prestigiose. I proventi della serata saranno consegnati a Lucia in forma di assegno. Un particolare grazie a tutti coloro che aderiranno, come Sturiale, Antica Salumeria e Riberella, Consorzio di Tutela Arancia di Ribera DOP. Grazie a tutte le aziende che, chi sotto forma di prodotti per l’evento, chi in denaro, sta sposando la causa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *