Palermo, ko amaro contro l’Inter: 0-1 al Barbera

Rosanero sconfitti dall’Inter nella gara valida per la 21^ giornata del campionato di Serie A. Decide una rete di Joao Mario al 20’ del secondo tempo.

inter joao mario palermo

L’Inter ha la meglio sul Palermo, al Barbera, al termine di una gara molto combattuta. Ci pensa Joao Mario a decidere la contesa. Adesso i rosanero sono ancora più distanti dalla salvezza: l’Empoli infatti ha battuto l’Udinese al Castellani allungando il gap da un piazzamento utile per la permanenza in Serie A. E la prossima giornata riserva ai siciliani un altro match proibitivo, stavolta contro il Napoli di Sarri.

Corini sceglie il consueto 3-5-1-1 con Posavec in porta. Difesa affidata a Cionek, Gonzalez e Goldaniga. A centrocampo, sulle fasce agiscono Rispoli e Pezzella mentre in cabina di regia c’è Gazzi affiancato da Bruno Henrique e Jajalo. In avanti, Robin Quaison a supporto dell’unica punta Nestorovski.

La gara è molto accesa e spettacolare. Prima occasione al 5’ per Nestorovski, che impegna Handanovic con un sinistro ad incrociare. Il Palermo è attento e aggressivo, non concede tanto all’Inter nei primi 15 minuti di gioco. Al 22’, Posavec bravo a dire di no a Candreva che ci prova da posizione ravvicinata. Il croato pochi istanti dopo è attento pure sul destro di Brozovic, con Icardi che non trova la rete da due passi seppur in sospetto fuorigioco.

La squadra di Corini però è viva, il pubblico lo vede e spinge i rosanero ancora pericolosi al 33’ con un colpo di testa di Gonzalez respinto col volto da Gagliardini. Contropiede nerazzurro al 38’, cross di Brozovic deviato da Gazzi con Posavec che è un gatto ad evitare la rete. Tre gli ammoniti: Nestorovski per il Palermo, D’Ambrosio e Ansaldi per l’Inter.

Il secondo tempo non inizia sullo stesso copione del primo, perché i nerazzurri sono molto più agguerriti e alzano il loro baricentro. Al 16’, Posavec è bravo a dire di no ad Icardi lanciato da Gagliardini. Quattro minuti dopo, finte e contro-finte di Candreva che mette al centro per il neo-entrato Joao Mario che da due passi non sbaglia. La pioggia cade copiosa sul ‘’Barbera’’ rendendo emozionante il match, che si accende definitivamente al 34’ quando Irrati espelle per doppia ammonizione Ansaldi dopo un’entrata su Nestorovski. Il Palermo ci crede insieme al pubblico, attacca ma non trova il pareggio. Espulso a pochi istanti dalla fine Gazzi. Tra sette giorni la sfida al Napoli, alle 20.45, al ‘’San Paolo’’.

(fonte: palermocalcio.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *