Palermo: in scena al Teatro Biondo “Odissea – un racconto mediterraneo

Il  ritorno di Davide Enia a Palermo CON “Odissea – un racconto mediterraneo” da mercoledì 20 gennaio 2016 al ridotto del TEATRO BIONDO, Progetto e regia di Sergio Maifredi una produzione TEATRO PUBBLICO LIGURE

37-3

La proposta del testo di Omero e il ritornoa casa” di un grande artista. “Odissea – un racconto mediterraneo” del Teatro Pubblico Ligure di Genova porta sul palcoscenico del Teatro Biondo di Palermo l’attore e drammaturgo palermitano Davide Enia. Il debutto è previsto per mercoledì 20 gennaio 2016 alle ore 21 nella sala Strehler, il ridotto del “Biondo”. Seguiranno quattro repliche, giovedì 21 alle ore 21, venerdì 22 alle ore 17,30, sabato 23 alle ore 17,30, domenica 24 gennaio alle ore 21. “Odissea – un racconto mediterraneo”, inserito nel cartellone 2016 del Teatro Biondo, arriva a Palermo dopo il grande successo nei teatri di tutta Italia e nei festival teatrali più prestigiosi, dal Ravenna Festival a Scali a mare di Pieve Ligure, solo per citarne alcuni.

Per Davide Enia, artista acclamato in Italia e all’estero, sarà quasi come un ritorno alle origini, nella “sua Palermo, così come un ritorno alle origini è l’Odissea, che proprio in Sicilia ritrova molti dei suoi luoghi letterari. L’attore palermitano si cimenterà con il Canto XI, “La discesa agli inferi di Odisseo”, uno dei più complessi e affascinanti dell’intera12571423_1086258288085833_131769621_n opera di Omero; bellissimo e struggente, nel quale Odisseo, uomo vivo, ha la possibilità di scendere tra uomini morti, per poi tornare vivo e proseguire il suo viaggio verso Itaca. A Enia, dopo il successo ottenuto nei teatri greci e romani di tanti siti archeologici d’Italia, l’onore di declinare il canto in un racconto che prevede l’uso della tecnica del “cunto“: “L’Odissea è il momento in cui nasciamo e usiamo le parole per raccontare tutto: un viaggio, un ricordo, un amore, un dramma, una bugia – dice Davide EniaE tutto questo ha origine, come sempre accade nel mondo greco, quando si va nell’al di là. Quella di Odisseo agli Inferi è una iniziazione, e il racconto e l’uso strumentale della parole ne sono i frutti“. Il progetto “Odissea” è stato ideato dal regista Sergio Maifredi, anima del Teatro Pubblico Ligure, e ovunque è stato proposto ha riscosso grande successo di pubblico e di critica: “Ringrazio Roberto Alajmo per aver voluto il mio progetto Odissea al Biondo – ha detto Sergio Maifredi accogliendo un racconto che inchioderà il pubblico alle poltrone in un silenzio sacrale, per riportare il teatro al rito dello stare insieme ad ascoltare la parola”.

In Sicilia, in questi mesi il progetto “Odissea” viene proposto, con altri quattro dei 24 Canti e altri protagonisti, anche al Teatro Garibaldi di Enna dove ha debuttato lo scorso 11 gennaio con Tullio Solenghi e il Canto XIX. Lunedì 8 febbraio al “Garibaldi” sarà la volta di Maddalena Crippa con il Canto XXIIIPenelope”; mercoledì 30 marzo Amanda Sandrelli si misurerà con l’episodio de “La ninfa Calipso”, Canto V; infine sabato 9 aprile Giuseppe Cederna proporrà i Canti VI-VIII, “Odisseo nell’isola dei Feaci”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *