‘Ogni tanto mi tolgo gli occhiali’ conquista Amazon

La blogger catanese, Cristina Amato, conquista Amazon con il suo libro d’esordio. Dal blog dell’Amato in cui vengono narrati i pensieri di Alice, protagonista del romanzo fino ad arrivare a un elegante parossismo in cui vengono affrontate alcune delle tematiche che affliggono i trentenni di oggi.

CATANIA – Sono passati pochi mesi da quando Cristina Amato, seguitissima blogger catanese, ha pubblicato il suo libro d’esordio, Ogni tanto mi tolgo gli occhiali, per i tipi della casa editrice Inkwell.

Una storia divertente ma non banale che nasce da Fogli Sparsi, il blog dell’Amato in cui vengono narrati i pensieri di Alice, protagonista del romanzo. Con un elegante parossismo vengono affrontate alcune delle tematiche che affliggono i trentenni di oggi. Prima fra tutte, il passare del tempo al quale l’autrice Catanese ha dato le vesti del Bianconiglio di Alice nel paese delle meraviglie, caro ricordo dell’infanzia di molti.

Tra appuntamenti con uomini improbabili, telefonate morbose allo psicanalista e un lavoro precario, Alice ha il merito di aver fatto guadagnare al romanzo il primo posto nella classifica dei libri più venduti da Amazon.

E se il titolo Ogni tanto mi tolgo gli occhiali, rivela il desiderio di guardare per un po’ il mondo a pois e, perché no, ignorare la realtà per qualche attimo, quel giorno Cristina Amato non ci avrà davvero visto più per la felicità.

“Sono molto felice dell’obiettivo raggiunto, in realtà ancora non ci credo – confessa l’autrice – Ho guardato la schermata di Amazon per circa 20 minuti, ho chiesto a tutti di controllare, pensavo fosse un errore di visualizzazione, sono patetica mi rendo conto ma mi veniva da piangere. What’s up suonava all’impazzata è stato bello vedere che tante persone hanno condiviso l’emozione con me,  e ho percepito una tale sincerità che tutto ciò mi ha reso ancora più felice”.

Dalla posizione numero 75 a primo posto, la scalata è stata vertiginosa e l’attesa di Cristina è stata condivisa da tanti amici che le davano coraggio scrivendo frasi meravigliose e postando foto su un Social network, mentre lei, in cuor suo, sperava in quel numero uno.

“Dedico la soddisfazione per questo traguardo alla mia nipotina Alessia che in questo momento si trova in ospedale per aver subito un’importante operazione – sorride Cristina – Lei è un grande esempio di coraggio, dedico a lei ogni passo avanti che mi ha portato fino al primo posto”.

Dalla pubblicazione del libro ad oggi, tantissimi i complimenti che la blogger nostrana ha ricevuto da amici, parenti, fan e lettori. Parole preziose che sono fonte di nuova ispirazione per raggiungere un altro traguardo come quello di questi giorni, che è un po’ anche un traguardo di Catania, sempre fucina di grandi talenti.

“Credo che i miei lettori abbiano apprezzato la leggerezza e l’ironia presenti nel mio libro – continua la nostra autrice – la voglia instancabile di portare avanti i propri sogni.

Alcuni mi hanno scritto ringraziandomi, dicendomi che il libro regala spunti di riflessione ma lo fa sempre con quella leggerezza che permette di credere che tutto è possibile”.

Un nuovo romanzo è già in cantiere, per la precisione nel moleskine preferito dell’Amato dove conserva tutti gli appunti del primo. La protagonista è sempre lei, Alice, che ha superato i famosi “quasi 30 anni” ma i suoi compagni di viaggio sono sempre gli stessi anche se non esclude la possibilità di inserire qualche nuovo personaggio.

 Attualmente il Bianconiglio e Alice combinano un sacco di guai. Alice è ancora single, non lo cerca proprio il principe azzurro, e a breve compirà 30 anni. “Credo che l’idea di vedere il mondo con il 3 davanti non le piaccia tanto – scherza Cristina – soprattuto da quando ha scoperto che il Bianconiglio non la molla, perché il tempo è in tutto e lui è sempre lì a ricordarlo. Le ricorda che deve trovare il tempo di dire le cose, di fare le cose e di accettarne altre. Certo poi dovrebbe anche riordinare i suoi fogli sparsi e ne ha ancora milioni sospesi, storie da raccontare, attimi da vivere.

Penso anche che Alice sia un po’ stressata, siamo quasi a Natale e a breve ci ritroveremo nuovamente a San Valentino, inutile dire cosa significa per lei giusto?”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *