OFFLINE: UNA COMMEDIA BRILLANTE CHE  FA RIFLETTERE SULLE NOSTRE ABITUDINI TECNOLOGICHE

Appuntamento dal 6 al 10 marzo 2019 presso il Teatro Le Salette

Locandina

La Compagnia 4 Cambi presenta “Offline”, una commedia brillante, tutta da ridere ma con significato profondo, che si terrà dal 6 al 10 marzo 2019 presso il Teatro Le Salette (vicolo del Campanile,14) e dal 12 al 17 marzo al Teatro della Visitazione (via dei Crispolti, 142). “Offline”, per la regia di Francesco Proietti e aiuto regia di Laura Dotta Rosso, vede la partecipazione di un affiatato cast di diciassette attori che si alterneranno sul palco facendoci riflettere, con le loro battute e i loro comportamenti, sulle nostre abitudini tecnologiche: Laura Alfonsi, Luigi Lewis Busignani, Carmen Lisa Caccavale, Maurizio Camertoni, Susanna Cardano, Claudia Dezio, Laura Dotta Rosso, Valentina Giudici, Gabriella Iovino, Marco Patania, Raffaela Pisanu, Francesco Proietti, Massimiliano Proietti, Sara Roscetti, Lorenzo Rossi, Francesca Sampogna e Giulio Tropea. ‘Quando gli stravaganti componenti di una famiglia molto allargata si ritrovano off-line in un isolato chalet di montagna, devono confrontarsi gli uni con gli altri parlando direttamente tra loro senza il filtro, né l’alibi della tecnologia.

L’assenza di connessione durante il weekend mette a nudo i protagonisti, con le loro insicurezze, segreti e contrasti, dando vita a conseguenze inaspettate ed esilaranti. Ognuno di loro ha infatti la sua brava ossessione da coltivare con l’aiuto delle tecnologie: shopping selvaggio, commercio, auto d’epoca, poker online, concorsi.

Ma le convinzioni dei protagonisti verranno presto ribaltate: il “non avere campo” li metterà di fronte a tutte le loro incertezze, lasciando emergere dubbi e contraddizioni e costringendoli a riallacciare una serie di rapporti umani logorati dal tempo, dalle abitudini e dalle incomprensioni.’ Cosa combineranno i protagonisti di questa storia? Come affronteranno questa emergenza? Saranno in grado di riconnettersi con la vita reale? Lo sapremo assistendo alle loro vicissitudini nell’ambito ristretto di tempo e di spazio in cui si sono ritrovati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *