Nuovo sciopero dei medici per 17 e 18 marzo

Due giorni di sciopero, il 17 e 18 marzo, organizzati da tutte le sigle sindacali dell’area medica, veterinaria e sanitaria (AAROI-EMAC, ANAAO ASSOMED, CIMO, CGIL FP MEDICI, CISL MEDICI, FASSID, FESMED, FVM, UIL FPL MEDICI) per chiedere un chiaro intervento dal parte del governo nazionale.

sciopero (1)
Dopo lo sciopero del 16 dicembre 2015 che ha fatto saltare 1,3 milioni di visite dai medici di famiglia e 40mila interventi chirurgici i camici bianchi tornano ad incrociare le braccia.

Il Governo non ha ancora ritenuto di avviare un confronto con i professionisti per il rilancio della sanità pubblica e la valorizzazione del lavoro di chi quotidianamente garantisce la tutela della salute a milioni di cittadini – si legge in una nota della Fp-Cigl -. Latitano convenzioni e contratti di lavoro, bloccati da oltre sei anni, irrinunciabili strumenti di governo, anche della spesa, e di innovazione dei modelli organizzativi, delle forme retributive, dei contenuti e delle tipologie di lavoro“.

È tempo che la politica decida se è ancora un diritto costituzionale la tutela della salute dei cittadini- continua la nota-. Ai quali, destinatari del nostro lavoro quotidiano, denunciamo il pericolo che sia vanificato il dettato costituzionale, lasciando le persone più fragili e indifese a subire le malattie come eventi catastrofici. Essere curati secondo i bisogni costituisce un limite etico, civile e sociale oggi fortemente minacciato e, da qualche parte del nostro Paese, già pericolosamente travalicato. I tagli ai servizi che limitano l’accesso alle cure per fasce crescenti di cittadini, salvo pagarli a caro prezzo, lasciano soli coloro che, tutti i giorni e tutte le notti, garantiscono la esigibilità di un diritto costituzionalmente tutelato, a reggere il fronte di una domanda crescente e complessa con risorse decrescenti, esposti alla delegittimazione sociale ed a rischi sempre meno sostenibili a fronte di retribuzioni bloccate da 6 anni“.
La protesta dà la misura di quanto grande sia la determinazione che le OO.SS. mediche, veterinarie e sanitarie hanno messo in campo per far valere le ragioni delle loro rivendicazioni e la consapevolezza del pericolo che sta correndo la tenuta del Sistema Sanitario Nazionale.

Con lo slogan # 100 ASSEMBLEE IN CITTÀ, vogliono far capire l’impegno profuso per alzare il livello di attenzione verso un problema, quello sanitario nazionale, che riguarda tutti e che ha portato alla decisione di incrociare le braccia per 48 ore.

A tal fine, nel percorso di preparazione allo sciopero nazionale del 17 e 18 marzo prossimi, giovedì 10 marzo alle ore 12.00 presso la sala convegni del P.O. Umberto I° di Enna, si svolgerà l’assemblea intersindacale di tutta la dirigenza medica veterinaria e sanitaria dell’ASP Enna con la partecipazione di Pietro Pata, segretario regionale Anaao Assomed Sicilia.

Inoltre, venerdì 11 marzo alle ore 11.00, presso l’Aula Magna del POLICLINICO di Catania, si svolgerà l’assemblea intersindacale di tutta la dirigenza medica veterinaria e sanitaria dell’AOUP V. Emanuele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *