Novellino è il nuovo allenatore del Catania: “Mr. quattro promozioni” ai raggi X

Salta Gautieri e il Catania non perde tempo: ufficializzato nella giornata di oggi l’ex tecnico del Modena che punta a risollevare i rossazzurri

2

Sembrava tutto fatto e invece Carmine Gautieri non sarà il prossimo tecnico del Catania. Così come ad allenare gli etnei non ci sarà nemmeno l’ex allenatore della Ternana Pochesci. In quella che nell’immediato post esonero di Sottil sembrava essere una corsa a due a vincere è stato un terzo partecipante, di tutto rispetto. Walter Novellino è infatti il nuovo tecnico del Catania. Secondo molte indiscrezioni la trattativa con Gautieri ha subito nel pomeriggio di ieri un brusco rallentamento quando l’ex tecnico del Lanciano ha spinto per un contratto fino al 2020. Il Catania ha quindi preferito legarsi all’allenatore campano che resterà ai piedi dell’Etna fino a fine stagione, con la possibilità di continuare questo sodalizio in caso di buoni risultati.

Il risultato definibile buono è evidente: la promozione in B. Certo, a Novellino non potrà essere chiesto di raggiungerla direttamente (per quanto la speranza di un calo della Juve Stabia resiste) ma piuttosto di riuscire a riorganizzare la squadra in vista dei playoff e di arrivare magari ad un buon piazzamento nel girone che consentirebbe ai rossazzurri di partire avvantaggiati in questo “mini-torneo”.

Passato abbastanza importante da calciatore, con esperienze anche al Milan e una presenza in Nazionale, è curioso il fatto che proprio con la maglia del Catania si sia conclusa la carriera sui campi di Novellino, prima di lanciarsi come allenatore. Carriera da tecnico cominciata in Umbria con i cinque anni passati tra Perugia e Gualdo, prima del lancio con il Venezia. Proprio con il club della laguna Novellino ottiene la sua prima promozione in Serie A. Il tecnico campano, nel corso della sua carriera, è diventato un vero e proprio esperto di promozioni: oltre al Venezia infatti anche Napoli, Piacenza e Sampdoria hanno fatto ritorno nella massima serie sotto alla guida dell’allenatore, che ora però dovrà confrontarsi con un campionato che non affronta da decenni (visto che le ultime esperienze sono state tutte in A o in B).

Fautore del 4-4-2, alternato a volte con il 3-5-2, Novellino dovrà confrontarsi con il DNA del 4-3-3 rossazzurro, ma la soluzione potrebbe essere a portata di mano unendo le due idee per un 4-3-1-2 o, in alternativa, un 4-2-3-1. Sarno, se recuperato a pieno ritmo, potrebbe giocare dietro le punte, con Di Piazza e Marotta anch’essi pronti ad una maglia da titolare. Da capire in oltre la situazione legata a Pisseri: non si esclude ancora del tutto il possibile arrivo di Bardini, ex Monopoli.

 

 

Foto: Eurosport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *