Notificato parere di nullità alla soprintendente ai BB.CC.AA. di Messina

CittadinanzAttiva Sicilia, forte del parere rilasciato dal senatore avv. Enzo Palumbo. L’ex Ospedale Margherita lasciato nel totale abbandono e nel degrado00 OSPEDALE REGINA MARGHERITA ME

CittadinanzAttiva Sicilia, forte della parte del “Parere pro veritate”, rilasciato dall’illustre senatore avv. Enzo Palumbo, dove risulta formulata l’ipotesi secondo la quale CittadinanzAttiva potrebbe svolgere un ruolo autonomo, promuovendo direttamente un giudizio amministrativo per conseguire la nullità del comodato, ha deciso di notificare il citato parere alla Soprintendente ai BB.CC.AA. di Messina. Né dimenticherà, così come suggerito sempre nel parere, di sollecitare, in separata sede, la promozione di un giudizio per l’accertamento dell’eventuale esistenza di una qualche responsabilità contabile in capo all’ASP, per avere di fatto regalato alla Soprintendenza un bene appartenente al suo patrimonio indisponibile. Va inoltre evidenziato che l’ex Ospedale Regina Margherita, mentre non ha trovato la sua destinazione impressa nel contratto di comodato e nella stessa L. R. 24-2015, è attualmente in uno stato di vergognoso abbandono e di totale degrado. La splendida e storica struttura, in questi ultimi anni è diventata il rifugio per disperati e vagabondi in cerca di un tetto, mentre in più occasioni si sono sviluppati incendi per via dell’uso improprio di fonti di riscaldamento e dei rifiuti ivi accatastati. Gli incendi dolosi hanno messo addirittura a rischio l’intera struttura, come più volte registrato dalla stampa cittadina; l’immobile ha così subito un deterioramento verticale, che l’Ente comodatario non ha in alcun modo impedito ma anzi, con la sua totale incuria, si può dire che lo abbia addirittura favorito.

CittadinanzAttiva Sicilia, si sta battendo, assieme a tante altre importanti realtà cittadine, per il recupero e la valorizzazione della imponente struttura ospedaliera, lasciata ormai da anni nel più colpevole abbandono.

Messina, 27 aprile 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *