MUSICA, GIOVEDI’ 14 FEBBRAIO DA ZO ARRIVA THEO TEARDO CON “LESS IS MORE”

“Partiture” è contenitore variegato che abbraccia un vasto ambito musicale: dall’organico strumentale all’elettronica, dall’ambient music al soundtrack

 Teardo

Prosegue da Zo centro culture contemporanee di Catania la rassegna “Partiture”, prodotta dall’associazione Zo, che promuove un ciclo di concerti tra musica contemporanea e neoclassica. Giovedì 14 febbraio, alle ore 21, sul palco di Zo salirà Teho Teardo (chitarra baritona, electronics) in duo con Laura Bisceglia (violoncello) per presentare “Less is more” 

Dopo una lunga serie di concerti in trio, quartetto ed organici più ampi, Teho Teardo torna al duo con violoncello e chitarra baritona. L’affinità tra i due strumenti riporta il suono alla dimensione minimalista ed essenziale in cui l’elettronica li collega. «C’è qualcosa d’indicibile, ineffabile, nel suono, nella sua capacità di ridisegnare ciò che ci circonda, in certi casi fino ad alterare il nostro senso di percezione», spiega il compositore. In questa dimensione si muovono i brani proposti dal vivo, tratti da alcune colonne sonore ed album recenti come “Wilder Mann” e lavori per il teatro di Enda Walsh come “Ballyturk” ed “Arlington”.

“Partiture” è contenitore variegato che abbraccia un vasto ambito musicale: dall’organico strumentale all’elettronica, dall’ambient music al soundtrack. Partiture di linguaggi musicali colti in cui la figura del compositore coincide con quella dell’interprete. Una rassegna che promuove autori e compositori contemporanei che, nella loro personale ricerca artistica, propongono nuovi linguaggi musicali, sconfinando in ambiti di nuove tecniche compositive ed esecutive, avvalendosi di organici tradizionali o di strumentazioni non convenzionali.

Il cartellone di “Partiture” vedrà sul palco anche Thollem McDonas in “Solo piano” (29 marzo), la performance Maia (Naked) di Davide Oliveri (18 aprile), Fennesz con il suo ultimo album “Agora” (19 maggio).Inoltre, Isabella Libra/Daniela Orlando in “To play two too” (7 marzo), l’atto finale di Soundtrack Residencies con la presentazione dei progetti delle residenze di creazione di Andrea Normanno, Michele Di Leonardo, Donato Di Trapani, Luca Zarbano e Luca La Duca (13-14 marzo), la band bolognese Earthset con la sonorizzazione del film muto “L’uomo meccanico” (5 aprile), il progetto “Rageen” del gruppo catanese Okies (11 aprile) “Fontana Mix (Omaggio a John Cage)” a cura di Renato Messina e della classe di Musica elettronica dell’ISSM Bellini di Catania (3 maggio).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *