Ma Musica Arte, i Baciamolemani presentano “Cardio-Tonic”

Al Ma di Catania la band ragusana, Baciamolemani, presenta il terzo disco “Cardio-tonic”
Il rock, l’elettronica, la voglia dell’estate, e il vecchio spirito della banda di paese convivono in questo disco che segna il ritorno a casa dopo anni di tournée in tutta Europa.

BLM - Baciamolemani

Tornano i giovedì solo live al Ma Musica Arte, il club di via Vela a Catania, per tutti gli appassionati delle contaminazioni di cui i musicisti siciliani sono maestri. Giovedì 16 febbraio, sul palco del teatro suoneranno i ragusani Baciamolemani che chiudono a Catania il loro tour nazionale di presentazione del nuovo album “Cardio-tonic” uscito lo scorso 24 gennaio. Dopo “Faccio sport”, il singolo apripista diffuso il 27 dicembre, in concomitanza con l’uscita dell’album il combo ragusano ha diffuso il secondo singolo, e relativo video, di “Mi vuoi bene”, un “ritratto” d’appartamento in cui la società liquida raggiunge il culmine del consumismo umano. I BLM: «Sensazioni fugaci, vittime della volubilità, che mai si trasformano in sentimenti radicati. L’ingannevole e quotidiana offerta del grande supermercato della società capitalista. Comunque vada, siamo prodotti e non esseri umani». Il video di “Mi vuoi bene”, nato da un’idea dei Baciamolemani, vede alla regia Danilo Schininà, riprese e montaggio sono di Davide Savasta.
I Baciamolemani sono Piero Pizzo (voce e chitarra acustica), Marco Guastella (batteria), Andrea Iozzia (basso), Thomas “Tumazzo” Occhipinti (percussioni), Davide “Mr. Don Colfit” Dipasquale (MC, Synth), Andrea “Forestiero” Savasta (tromba), Andrea Dipasquale (trombone e chitarra elettrica). «Siamo nati nel 2006 e da allora non abbiamo mai smesso di surfare attraverso generi musicali, macinando migliaia di chilometri in tour attraverso l’Europa. Abbiamo preso appunti in appartamenti, aerei, parchi o alle stazioni di servizio senza farci mai mancare la voglia di ricominciare sempre da capo. Siamo 7 persone profondamente pigre ed è forse per questo che, dopo 10 anni di attività, ripartiamo con un disco di canzoni “estive”… perché in fondo l’estate ci fa sentire meno in colpa per la nostra pigrizia».
“Cardio-Tonic”, prodotto da “La Corriera Produzioni”, è stato registrato e mixato a cavallo tra il 2015 e il 2016 al Sonoria Rec Studio di Scordia da Vincenzo Cavalli. Essendo il gruppo quasi totalmente composto da polistrumentisti, si sono passati la palla dei diversi suoni tra i componenti stessi. In tre brani si sono anche avvalsi di un quartetto d’archi. L’artwork è a cura dell’illustratrice Carla Dipasquale.
La band iblea sul nuovo album: «“Cardio-Tonicè il terzo album dei BLM – Baciamolemani. Il nome fa riferimento non soltanto ad una improbabile bevanda cardio-energetica ma ad una palestra per facili emozioni, veleno ed antidoto per il vuoto da cui l’uomo del terzo millennio ama farsi risucchiare. Dopo quasi dieci anni di attività, con due dischi e numerosi tour all’estero, ci siamo all’improvviso fermati. Siamo letteralmente tornati a casa, facendoci trascinare lentamente nei suoi ritmi e nelle sue abitudini provinciali prendendo spunto dai suoi piccoli “drammi” quotidiani da appartamento. Abbiamo esplorato nuovi linguaggi sia musicali che testuali, cercando di far convivere la forma lineare e frizzante della canzone pop estiva con l’apatìa dei suoi protagonisti».

Biografia.

BLM - Baciamolemani 2

I Baciamolemani sono una camaleontica formazione musicale nata tra le melodie marcianti delle bande di paese, cresciuta a cavallo dell’Europa e dei suoi ritmi mediterranei ed evolutasi fino ad abbracciare sonorità sempre più rock, surf ed elettroniche passando per le grandi atmosfere armoniche delle colonne sonore. Il tutto condito dalla tipica sfrontatezza all’italiana dei suoi 7 componenti, capace di coinvolgere gli spettatori di 5 diversi paesi europei. I Baciamolemani nascono come gruppo ska nella primavera del 2006 da alcuni componenti del giovane gruppo folk ragusano “Underhouse” e al tempo stesso sono musicalmente figli dell’Orchestra Milleluci Emallume di Carazzi e delle loro tarantelle e tipiche canzoni d’autore italiane.
Un anno dopo esce il loro primo disco “Ballacazzìz”. Un disco tutto in levare che va dallo ska al reggae, dalla canzone melodica italiana all’omaggio al cantautore italiano Paolo Conte. Il tutto portato avanti dal singolo reggae-pop “Musa” e da “La Gita a Pedalino” canzone che porta il gruppo a sperimentare al di fuori da ogni genere musicale mescolando ritmi forsennati a valzer e mazurke di paese.
Il tour di “Ballacazzìz” porta i Baciamolemani ad esibirsi con gruppi come gli Africa Unite e Roy Paci & Aretuska e a varcare i confini nazionali approdando per la prima volta in Spagna a Barcellona nel novembre 2008 e nel giugno 2009. L’esperienza spagnola porta il gruppo ad aprirsi a nuove contaminazioni dalle quali nasce il brano “Vicoli” di ispirazione Cumbia che, oltre a raccontare direttamente i viaggi della band, rappresenta una virata verso sonorità più acustiche e ricercate insieme a testi sempre più ispirati e biografici.
Pochi mesi dopo i Baciamolemani rafforzano la loro ricerca con il brano “I Ruffiani” dove mischiano liberamente ritmi e sonorità bandistiche siciliane a strumenti giocattolo marinareschi come ukulele e organetto. Con “I Ruffiani” i Baciamolemani raggiungono la finalissima del Festival della Canzone Siciliana e vincono il Lennon Festival con grande apprezzamento di pubblico e di critica.
Nell’aprile 2011 esce il secondo disco “L’Albero delle Seppie” (Kasba Music 2012). Oltre 20 strumenti suonati per un disco senza frontiere musicali e ricco di collaborazioni tra le quali spicca quella con i catalani La Pegatina nel singolo “La corriera” che farà da apripista nei fortunati tour spagnoli del 2012. In poco più di un anno l’Eurocorriera Tour conta già più di 100 concerti effettuati in 4 diversi paesi europei (Spagna, Italia, Francia e Belgio).
È del 2012 la realizzazione della colonna sonora del docufilm di Ivano Fachin “Gelati e granite”, premiato anche al Taormina Film Festival dello stesso anno. A seguire, i Baciamolemani collaborano nel nuovo disco de La Pegatina “Eureka”, nei brani “Non è facile” e “Mamma mia”. Nel 2013/14, il tour approda nel Regno Unito e soprattutto in Olanda, dove i Baciamolemani calcano i palchi di alcuni dei più importanti club europei, tra i quali quello della Sala Paradiso di Amsterdam. Nelle stagioni successive, continuano i tour all’estero come headliner su palchi di festival quali il Polé Polé di Gent (Belgio).
In seguito alle numerose esperienze internazionali, il gruppo comincia a sperimentare sonorità sempre più rock, elettroniche e orchestrali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *