Moto Gp: atto finale di una stagione al cardiopalma

Epilogo per questa stagione del motomondiale che fin dall’inizio non ha smesso di regalare emozioni a tutti i tifosi di questo sport

5

Sicuramente una delle più belle e da ricordare, questa stagione 2017/2018 della Moto Gp, che sta vedendo come principali protagonisti, il campione del mondo in carica Marc Marquez in sella alla sua Honda Repsol numero 93, opporsi ad Andrea Dovizioso ed alla sua Ducati Desmosedici numero 04 nell’ultimo impegno dell’anno sul circuito di Valencia.

Sulla carta l’esito sembrerebbe essere già più che scontato, con il pilota spagnolo al quale servono solamente cinque punti per laurearsi matematicamente campione del mondo per la sesta volta ( a soli tre titoli da Valentino Rossi, ormai assente dal tetto del mondo del motomondiale dal lontano 2009), ma nello sport non si può mai sapere e, spesso accade proprio quello che tutti reputano come la circostanza più utopica. Dovizioso che, invece, deve cercare di conquistare la vittoria sul circuito di Valencia, anche perché, a parità di punti in classifica mondiale, sarebbe l’italiano a spuntarla sul talento spagnolo, a causa del maggior numero di vittorie del pilota del team Ducati.

Fin dall’inizio dell’anno siamo stati abituati a vedere una Ducati più competitiva nei circuiti ricchi di rettilinei, mentre nelle gare dove i tornanti si ripetono ulteriormente, la Honda, come la Yahama (assente di lusso in questa lotta mondiale sia con Vinales che con Rossi), si è dimostrata una moto più fluida nel trovare il cambio di direzione. Circuito, quello di Valencia, che si presente come un mix delle due specifiche caratteristiche, ricco di curve che potrebbero favorire Marquez soprattutto nei momenti di “bagarre” e Dovizioso nei settori di sprint.

In ogni caso, sarà sicuramente una gara da ricordare, soprattutto dopo l’incoronamento del nuovo campione del mondo. Che sia il “vecchio” o il “nuovo”, questo sport non lascia mai a desiderare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *