Mondiali U18 Femminile. Argento per l’Italia battuta dalla Spagna

Spagna-Italia 8-7. La nazionale femminile under 18 conquista l’argento ai mondiali di categoria, a Belgrado; perde la finale con la Spagna che batte per la seconda volta le azzurre dopo il 13-6 del girone eliminatorio.173349688-51ddc7de-8cb5-4b85-9abd-362b80f0af50

Il sogno svanisce. L’Italia femminile strappa una medaglia meritata, cedendo soltanto il gradino più alto del podio alla Spagna.
Stavolta però la partita è tirata e si gioca punto a punto. Si parte col rigore segnato dalla bomber Cergol; poi Aznar, autrice di una quaterna e mvp della partita, imprime il primo break giallorosso portando le compagne sul 4-2. La mancina catanese Riccioli con una doppietta riaggancia le avversarie (4-4). Nel terzo periodo Bettini riporta avanti le azzurre, ma la reazione spagnola produce l’allungo decisivo con Arino, Giural e Aznar. Vano il ritorno di Cergol, doppietta, e Colletta per l’8-7.
Banchelli è stata premiata come miglior portiere del torneo.

Un’altra medaglia per l’allenatore della Canottieri, Paolo Zizza. Dopo l’argento di due anni fa ai Mondiali di Auckland in Nuova Zelanda con la Under 18 femminile e lo splendido secondo posto alle Olimpiadi di Rio con il Setterosa di Fabio Conti, ecco la medaglia d’argento conquistata in Serbia con la Nazionale Femminile Under 18.
Una cavalcata trionfale delle ragazze di Zizza, che nei quarti hanno battuto due fra le nazionali più forti al mondo, gli Stati Uniti nei quarti per 7 a 6 e in semifinale l’Australia per 7 a 5.

173349323-15fe613f-6508-420e-ac1b-02b18f6920fa

Lo score di SPAGNA-ITALIA 8-7

Spagna: Domene, Arias, Diaz 1, Guiral 1, Morell, Camarena, Farre, Ruiz, Descalzi, Camus, Arino 2, Aznar A 4. All. Aznar J.

Italia: Banchelli, Giustini, Meggiato, Amedeo, Cordovani, Cergol 2 (1 rig), Tori, Colletta 1, Bettini 1, Clementi, Riccioli 3, Santapaola, Maimone. All. Zizza.

Note: parziali 1-2, 3-2, 2-1, 2-2. Arbitri: Kunikova e Aimbetov. Superiorità numeriche: Spagna 2/5, Italia 0/3 + 1 rigore.

Paolo Barelli: “Brave lo stesso“. Il Presidente della FIN e della LEN applaude le ragazze della nazionale femminile under 18 protagoniste di una splendida cavalcata a Belgrado. “Formulo i complimenti alle atlete e allo staff tecnico, guidato da Paolo Zizza, per il cammino nel campionato iridato culminato con la finale dopo aver battuto formazioni favorite come gli Stati Uniti e l’Australia. Questo splendido risultato è la testimonianza del lavoro quotidiano svolto dalle società, dai loro tecnici e dai dirigenti per implementare il serbatoio delle nazionali con atlete che saranno il futuro di questo sport ai massimi livelli internazionali. La medaglia ripaga anche il grande lavoro svolto da tutto lo staff azzurro che dalla prima squadra fino alle giovanili lavora su piani condivisi e su progetti comuni al fine di allargare le conoscenze ed applicare le sue eccellenze dalla base fino al vertice’’..

Il CT Fabio Conti presente alla partita commenta l’argento come “un grande risultato frutto di organizzazione, collaborazione e bravura dello staff e delle ragazze che hanno dimostrato carattere fino alla fine. Un buon segnale per il nostro settore. Ora tutte le forze devono essere concentrate verso gli Europei nate 1999 a Funchal in Portogallo dal 9 al 16 settembre’’.

d94907c2aa46b9ff692ef5823c21398b_XL

Le 13 convocate: Carlotta Meggiato (Plebiscito Padova), Beatrice Clementi (F&D H2O), Chiara Tori (SIS Roma), Francesca Colletta (Pescara N e PN), Isabella Riccioli e Roberta Santapaola (Ekipe Orizzonte Catania), Lucrezia Cergol (Pallanuoto Trieste), Sara Cordovani e Caterina Banchelli (RN Florentia), Sofia Giustini (Rapallo PN), Dafne Bettini (Bogliasco 1951), Giorgia Grazia Amedeo (Waterpolo Messina) e Teresa Maimone (Torre del Grifo Catania).
Nello staff, insieme a Zizza, gli assistenti tecnici Giacomo Grassi e Mauro De Paolis, il team manager Barbara Bufardeci, il medico Beatrice Berti e la fisioterapista Federica Ancidei.

41045763_1965217470212633_5594554000960651264_nGLOBUS Television con Alessio Nicotra intervista la vice campionessa mondiale in carica Teresa Maimone, portiere del Team di Pallanuoto EcoGruppo Italia Torre del Grifo in Serie A2, la quale ha conquistato insieme alla Nazionale Under 18 la medaglia d’argento a Belgrado.

Questa è stata la formula. Alla quarta edizione del mondiale youth hano partecipato 16 squadre, divise in quattro gironi. L’Italia è stata collocata nel gruppo A insieme a Spagna, Canada e Serbia. Dopo la fase preliminare le vincenti dei gironi si sono qualificate direttamente ai quarti di finale (31 agosto), le seconde e terze classificate si sono incrociate negli ottavi (30 agosto, A con B e C con D) e le quarte hanno disputato direttamente semifinali e finali per i posti dal 13° al 16° (30 e 31 agosto). Semifinali e finali dal 9° al 12° posto sono state programmate il 31 agosto e 1 settembre; semifinali e finali per le medaglie e per il quinto posto e settimo posto l’1 e 2 settembre.
Tra i 20 arbitri designati (uno per Nazione + quattro neutrali) c’è stato anche l’italiano Daniele Bianco.

(fonte FIN www.federnuoto.it, repubblica.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *