Missione agrumicola in Polonia, l’arancia rossa, che bontà!

L’arancia rossa è apprezzata e conosciuta, seppur non diffusa. Grande interesse per i prodotti freschi brand Sicilia e possibilità di sviluppo di nuovi business

img_1722
Il Consorzio di tutela Arancia Rossa IGP sbarca in Polonia per la missione agrumicola organizzata dal Distretto Agrumi di Sicilia e dall’Istituto Commercio Estero (ICE).
Salvo Milluzzo, coordinatore del Consorzio di tutela Arancia Rossa IGP afferma che “È positivo il bilancio della prima giornata della missione che dal 7 all’11 novembre promuoverà il brand Sicily tra Varsavia e Poznan e, soprattutto, la produzione agrumicola siciliana. Da questa prima giornata è emerso che l’arancia rossa è conosciuta e apprezzata per le caratteristiche distintive che ha rispetto la qualità bionda già diffusa nel mercato polacco”.
Ieri, lunedì 7 novembre, si sono svolti incontri con i buyer della GDO polacca e una visita di un famoso punto vendita della catena Biedronka, realtà con duemila e settecento punti vendita e ben quattro milioni di visitatori al giorno. La sera, alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia in Polonia Alessandro De Pedys, dell’Assessore all’Agricoltura della Regione Sicilia, Antonello Cracolici, degli operatori e della stampa specializzata si è svolta una cena di gala con tutti i partecipanti alla missione, che è realizzata nell’ambito delle iniziative previste dal Piano Export Sud e finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico nell’ambito delle misure previste dal Piano Europeo di Azione e Coesione.
I partecipanti da oggi visiteranno i più importanti Mercati Generali polacchi di Varsavia e Poznan, dove avranno luogo incontri con importatori e distributori, e appuntamenti con i responsabili delle più importanti catene della GDO presenti in Polonia ed aziende operanti nell’e-commerce.
“Ciò che è emerso dall’incontro con Rafal Cieslakowski, responsabile buyer ortofrutta di Biedronka, è che vi è attenzione verso i prodotti freschi ‘made in Sicily’ e che l’arancia rossa IGP, seppur non molto presente, grazie al disciplinare di produzione che ne garantisce la qualità, tracciabilità e caratteristiche, può divenire un nuovo business – spiega Milluzzo – perché in Polonia i consumatori cercano prodotti con un alto valore nutrizionale. Il mercato polacco è in una fase di espansione e innovazione con aziende strutturate, cosa che, nel caso delle aziende dell’ortofrutta siciliane è, attualmente, poco presente, ma con tutti i presenti, dai rappresentanti dell’ICE, all’assessore Cracolici, al Distretto e tutte le aziende partecipanti, ci siamo trovati d’accordo nell’affermare che le prospettive positive per organizzarci e penetrare il mercato ci sono realmente e possiamo organizzarci per interloquire con realtà importanti”.
Attualmente l’export ortofrutticolo italiano in Polonia supera la quota del 10% tra le provenienze estere, cosa non presente in altri paesi europei, e allo stesso tempo la Polonia cresce come produttore ed esportatore. Pur essendo al primo posto nella produzione europea di ciliegie, e ben posizionata in varie produzioni dell’ortofrutta, è ancora vergine nel settore agrumicolo, settore in cui l’interesse del mercato è forte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *