MISS EUROPE CONTINENTAL: IN SICILIA VINCE “LA BELLEZZA FISICA”

Il 22 agosto a Trecastagni (Catania) è andata “in scena” l’ultima tappa di selezione regionale del Concorso di Bellezza “Miss Europe Continental”.
Lo spettacolo presentato da Giovanni Cavallaro, Elisabetta Cannuli  

Ha 22 anni, è studentessa al terzo anno del corso di Laurea in Fisica–Astrofisica dell’Università degli Studi di Catania, è campionessa regionale di scacchi.
Agata Torrisi è la nuova reginetta siciliana che concorrerà assieme alle altre sei classificate (Agata Bongiovanni, Agata Maglia, Jenny Ruggeri, Carla Fresta, Letizia Gianguzzo, Noemi Riccioli) per aggiudicarsi del titolo nazionale.
Eh sì, bisogna dirlo: perché se di questo concorso se ne parla bene, è anche grazie alla grande operosità, al lavoro minuzioso e certosino che in questi due anni è riuscita a compiere con tanto amore e dedizione l’esperta consulente d’immagine
Enza Mignacca (agente regionale) impostandolo sulla trasparenza del gioco (perché alla fine è un gioco) e portandolo alla conoscenza dei siciliani.
Un fiume di gente, infatti, è accorsa con tanta emozione nel cuore della splendida cittadina pedemontana di
Trecastagni.

Lo straordinario direttore artistico Steven Giuseppe Torrisi insieme al coreografo Giuseppe Ferrara, muovevano abilmente, da dietro le quinte, le fila dello spettacolo.

Una serata stracolma di bellezza, che ha persino portato l’autorevole giurato Alfredo Cavallaro a mettersi in piedi e recitare queste pregnanti parole della narratrice francese Edmonde Charles Roux, nel suo famoso romanzo Dimenticare Palermo: In Sicilia anche la bellezza è esagerata.

Una serata all’insegna dell’esagerazione! Dall’ingresso in limousine della meravigliosa Serena Petralia (Miss Europe Continental 2013), all’incredibile tripudio di luci colorate della showgirl Roberta Pennisi, che ha infiammato la notte.
Ma c’è chi ha anche dato modo di riflettere sulla condizione del nostro paese, come Maurizio Musumeci (gruppo Dinastia) con le agghiaccianti parole del suo testo “Tanto l’Italia è così”, si è poi passati ad un’infinita intermittenza di energia, con l’incredibile sincronia del ballo delle gemelline Anfuso.
Ha dato prova della sua eccellenza canora anche la giovane Nicol, allieva presso l’“Huntsville High School” in Arkansas, USA che ha cantato in numerosi teatri importanti in giro per l’Europa come il Teatro Fontana di Milano e il Palling in Germania.
Tra i giurati presenti, oltre al già citato maestro di pittura Alfredo Cavallaro, altri personaggi internazionali dell’Arte: Salvatore Montanucci e Angela Maria Viscuso, Giuliana Tosto e Giuseppe Stefano Proiti.
Ma non sono mancati volti noti della Tv e dello spettacolo: il presidente, presentatore e doppiatore di volti noti del cinema Antonello Musmeci, il simpaticissimo conduttore televisivo Cristiano Di Stefano, poi i giornalisti Salvatore Cifalinò (Globus Magazine), Ignazio De Luca, per finire con le autorità Giovanni Barbagallo e Mirko Vecchio, rispettivamente sindaco e assessore di Trecastagni.

E’ giunto il momento di porgere fervidi ringraziamenti per la loro instancabile e continua azione, partendo dai più nascosti: Antonio Rapisarda, Cristian Anfuso, Grazia Bellia, Sandra Aura, Domenico Tomasello (Staff Vanity), The Hair Styling (Gruppo Modarea), Barbara Coletti, Maria Chiara Travagliante (make-up del gruppo Vanity), Giovanni Cavallaro, Elisabetta Cannuli (presentatori), Fabio Consolo, Giuseppe Dell’Arte, Umberto Costa, Antonello Magrì (fotografi), Carlo Bellavia (responsabile sicurezza corone), Antonio Borzì (espositore macchine d’epoca), Maria Paola e Adriana Sapienza (hostess).

Globus Magazine era presente con il suo Direttore Generale Editoriale, Enzo Stroscio, e il giornalista Salvo Cifalinò, presente in giuria. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *