Il ministro della Salute Giulia Grillo sabato interverrà al Policlinico di Catania

Si discuterà di ricerca sanitaria, prevenzione nel territorio e attualità nel trattamento di malattie infettive, metaboliche e neoplastiche

piazza_duomo_catania

Dalla gestione del rischio infettivo al contenimento delle malattie infettive, ma anche diabete, obesità, trasformazione neoplastica e chirurgia mini-invasiva e robotica. Sono gli argomenti che gli esperti del settore tratteranno nel corso del convegno dal titolo “Ricerca sanitaria, prevenzione nel territorio e attualità nel trattamento di malattie infettive, metaboliche e neoplastiche” in programma sabato 29 settembre, dalle 10,30, nella sala conferenze del Centro di Alte Specialità e Trapianti (padiglione 8, via Santa Sofia 76) del “Policlinico-Vittorio Emanuele”.

Apriranno i lavori il direttore generale “Policlinico-Vittorio Emanuele” Giampiero Bonaccorsi, il sindaco di Catania Salvo Pogliese, il presidente della Scuola “Facoltà di Medicina” dell’Università di Catania Giuseppe Sessa, l’assessore regionale della Salute Ruggero Razza, il rettore dell’Università di Catania Francesco Basile e il ministro della Salute Giulia Grillo.

A seguire le relazioni degli esperti. La prof.ssa Antonella Agodi interverrà sul tema “Le sfide nella gestione del rischio infettivo: dalle vaccinazioni al contrasto all’antimicrobico-resistenza”, il prof. Bruno Cacopardo sul “Contenimento delle malattie infettive emergenti e riemergenti: la terapia antivirale delle epatiti e la gestione delle patologie delle migrazioni”, il prof. Francesco Purrello sul tema “Verso una diagnosi ed una terapia di precisione del diabete”. E ancora la prof.ssa Lucia Frittitta sul tema “Obesità: attualità e prospettive di intervento”, il prof. Massimo Libra su “Trasformazione neoplastica e strategie di cura” e il prof. Antonio Biondi sul tema “Dalla chirurgia mini-invasiva alla robotica: applicazioni e vantaggi in oncologia”. Concluderanno i lavori l’assessore regionale Ruggero Razza e il rettore Francesco Basile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *