Ministro Centinaio al Cooking Fest di Catania

Il Ministro del governo Conte, sarà ospite del Cooking Fest alle ore 12 in un momento di confronto sulle eccellenze dell’Isola e della sua identità gastronomica, che l’ha resa famosa in tutto il mondo.foto congresso

È in un anfiteatro stracolmo di gente, baciati dal cado sole di primavera e avvolti da profumi che pizzicano il palato, che si è aperto ufficialmente il 30esimo congresso nazionale di Fic-Federazione italiana cuochi all’interno del Cooking Fest- il salone dell’enogastronomia e delle tecnologie per la cucina.

Un’elegante sfilata di berrette bianche in alta divisa, provenienti da tutte le regioni d’Italia e dal mondo, ha dato il via ufficiale alla giornata il cui principale tema è “Il gusto in scena” tra cultura e cucina.

Valorizzare attraverso la gastronomia l’arte culinaria italiana per rilanciare il turismo è uno dei principali focus del congresso, durante il quale è stata annunciata dallo chef Alessandro Circiello, presidente Federcuochi Lazio, la visita del Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Gian Marco Centinaio, che domani sarà a Catania.

Il Ministro del governo Conte, sarà ospite del Cooking Fest alle ore 12 in un momento di confronto sulle eccellenze dell’Isola e della sua identità gastronomica, che l’ha resa famosa in tutto il mondo.

Ad accoglierlo le istituzioni, con a capo il sindaco metropolitano Salvo Pogliese e la sua squadra di governo, la founder di Èxpo Barbara Mirabella, il presidente nazionale della Fic Rocco Pozzulo e tutti i presidenti regionali e provinciali.

“Difendere il nostro patrimonio culinario è uno dei principali obiettivi del Ministro Centinaio – ha commentato chef Circiello – che da sempre è vicino a Fic e che nel suo progetto di governo, mira alla promozione della cucina italiana nel mondo”.

Intanto continua il successo del Cooking Fest, il salone dell’enogastronomia e delle tecnologie per la cucina, i cui lavori della seconda giornata si sono aperti sulle coinvolgenti note dell’inno di Mameli, alla presenza del sindaco metropolitano Salvo Pogliese, il presidente nazionale di Fic Rocco Pozzulo, la founder della èxpo, Barbara Mirabella, l’assessore allo Sport, Sergio Parisi, il presidente mondiale cuochi Thomas Gugler e il presidente Cna Agroalimentare Mirco Della Vecchia.

Dalla pasta di alta qualità, al contract, al pomodoro d’eccellenza, fino alla morbidezza dei formaggi e fragranza del pane, il più importante salone del Sud Italia, conquista il palato di tutti i visitatori, un vero e proprio fiume di gente che sta riempiendo i corridoi della fiera, tra food e wine lovers ma soprattutto professionisti del settore HO.RE.CA. e super HO.RE.CA.

Unica parola d’ordine “accoglienza” in una succulenta esperienza immersiva di sapori tra spettacolari cooking show e convegni su “Architettura e Cibo” e incontri con il dipartimento delle delegazioni estere.

Tutti pazzi per il “Catania Wine Fest” un evento dentro l’evento promosso dalla Èxpo in collaborazione con Ais Sicilia, che ha condotto il pubblico in un emozionante esperienza sensoriale con oltre 1000 etichette ai banchi d’assaggio.

Domani intanto, alle Ciminiere, grande attesa per la visita del Ministro, la cui giornata sarà scandita, come da programma, tra masterclass, talk show e conferenze. In serata nell’ambito del Congresso, una speciale al Teatro Massimo Bellini con uno spettacolo all’insegna della lirica e dell’alta pasticceria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *