Mini rassegna teatrale al Piccolo Teatro

La Compagnia Godot inizia il 31 gennaio e domenica 1 febbraio con “L’aumento” , divertente atto unico di Georges Perec

CATANIA – Il grande teatro dell’assurdo approda a Catania grazie ad un progetto culturale che prevede una trilogia di spettacoli. Sarà la compagnia teatrale siciliana Godot, diretta da Vittorio Bonaccorso e Federica Bisegna, a presentare al Piccolo Teatro di Catania (via Federico Ciccaglione, 29), tre appuntamenti divertenti nell’ambito di una mini rassegna che è il prologo della decima edizione di “Palchi DiVersi” in corso a Ragusa. Un traguardo di grande successo, quello raggiunto in questi dieci anni dalla compagnia, che ha deciso di festeggiarlo tornando a Catania, dopo qualche anno di assenza, con tre appuntamenti dedicati al teatro dell’assurdo, il teatro che riprende artisticamente il concetto filosofico di “assurdità dell’esistenza”, elaborato dagli autori dell’Esistenzialismo e le cui caratteristiche peculiari sono il deliberato abbandono di un costrutto drammaturgico razionale e il rifiuto del linguaggio logico-consequenziale. Tra i maggiori esponenti del teatro dell’assurdo vanno ricordati Samuel Beckett, Jean Tardieu, Eugène Ionesco, Arthur Adamov, e Georges Perec.

Ed è proprio di quest’ultimo autore il divertentissimo atto unico con cui la Compagnia Godot apre la mini rassegna teatrale al Piccolo di Catania. Porterà in scena “L’Aumento”, un debutto assoluto in programma sabato sera 31 gennaio alle ore 21 e domenica 1 febbraio alle ore 18. Trama davvero divertente e in qualche modo surreale. L’aumento del titolo, e di cui si parla nella commedia, è l’aumento dello stipendio. Vengono dunque analizzate e sviscerate le maggiori possibilità di successo nel chiedere al proprio capo ufficio un adeguamento di stipendio, quali che siano le condizioni sanitarie, psicologiche, climatiche, economiche o di altra ragione. Insomma esilaranti istruzioni per l’uso che vedranno in scena Giuseppe Arezzi, Federica Bisegna, Vittorio Bonaccorso, Emiliano Failla, Giulia Guastella, Anita Pomario. La direzione di scena è affidata a Lorenzo Pluchino mentre la regia è firmata da Vittorio Bonaccorso. Divertenti e molto particolari anche gli altri due appuntamenti previsti nella mini rassegna. Una versione assolutamente da non perdere de “Le sedie” di Eugène Ionesco è infatti il secondo appuntamento in programma domenica 8 marzo mentre l’ultimo spettacolo proposto sarà “Finale di partita” di Samuel Beckett, in programma sabato 23 e domenica 24 maggio, naturalmente sempre al Piccolo di Catania. L’occasione per festeggiare non solo i dieci anni della rassegna “Palchi DiVersi” ma anche i 18 anni della fondazione della Compagnia Godot. Il teatro dell’assurdo destruttura la rappresentazione scenica restituendo un’alogica successione di eventi, legati tra loro da una traccia con dialoghi serrati capaci di suscitare a volte il sorriso nonostante il senso tragico del dramma raccontato dai personaggi. Per info e prenotazioni su info@compagniagodot.it. o al botteghino del Piccolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *