MEZZOJUSO SI CONFERMA LA CAPITALE DELL’ARTE

INAUGURATA LA 2 COLLETTIVA INTERNAZIONALE “I COLORI DEGLI ARTISTI A MEZZOJUSO PER UN MONDO MIGLIORE ALL’INSEGNA DELLA PACE E DELLA LEGALITA’”.

sala esposizione opere

A Mezzojuso si è festeggiata l’arte, la cultura, la legalità e la pace, valori fondanti della Costituzione italiana, presso il Monastero Basiliano dove, oltre 65 artisti provenienti da Israele, Malta, Germania, Ucraina, Russia, Bielorussia, Francia, Ungheria, Slovacchia, Serbia ed Italia, hanno voluto esporre le loro opere nella suggestiva cornice dell’antico Monastero che domina l’intera comunità. Alcune delle opere esposte saranno donate al Montecatone Rehabilitation Institute SpA, noto centro per la riabilitazione intensiva delle persone colpite da lesioni midollari.

Al taglio del nastro della 2^ Collettiva “I colori degli artisti a Mezzojuso per un mondo migliore all’insegna della pace e della legalità” erano presenti: Salvatore Giardina, sindaco di Mezzojuso; mons. Giorgio Dimitri Gallaro, vescovo di Piana degli Albanesi; Seif Tajeddine, Ceo di InWex; Demetrio Crucitti, Direttore Rai della sede regionale della Calabria; Rita Tola, giornalista; Maria Grazia Cianciulli, dirigente Miur e madrina dell’evento; Mauro D’Amato, capoufficio stampa AdR (Aeroporti di Roma); Roberto Guccione, direttore artistico; Vincenzo Corso, Questore; Paolo Greco; Vincenzo Canzonieri, anatomopatologo del Cro di Aviano e professore associato presso l’Università di Trieste; Salvatore Pizzo e Roberto Baragona, sindaci di Belmonte Mezzagno e di Sciara e Linda Grasso, sociologa, cofondatrice di Scorta Civica, attivista del movimento Agende Rosse e presidente dell’associazione nazionale amici Attilio Manca.

Visibilmente soddisfatto il sindaco Salvatore Giardina per il successo ottenuto dalla sua comunità che per l’occasione è stata invasa dagli artisti: “Fare sinergia significa poter guardare avanti per migliorare la nostra terra – ha sottolineato il primo cittadino -poiché crediamo fortemente che le bellezze di questo territorio possano essere raccontate diversamente”.  Tre ore di manifestazione vissute in un luogo magico e ricco di storia: “Questa è la Mezzojuso che vogliamo – ha affermato Donatella Cannizzaro- poiché con l’arte e la cultura promuoviamo il nostro territorio”.

La 2  Collettiva ha avuto inizio con l’esecuzione dell’inno nazionale da parte del tenore Alessandro Cassibba e subito dopo le autorità presenti ed il pubblico hanno omaggiato, con un lungo applauso, il vicebrigadiere dell’Arma dei Carabinieri Mario Cerciello Riega. Vincenzo Corso, questore, ha voluto ricordare tutti i servitori dello Stato ed in particolar modo tutti i martiri che sono stati massacrati ed uccisi dalla mafia e dalla criminalità comune.

All’interno della Collettiva c’è stato spazio per la cultura; Demetrio Crucitti e l’Eparca Gallaro si sono confrontati sul tema: “Com’è cambiata la comunicazione di massa nell’era dei social media?”.

Direttore Artistico Guccione e l'Eparca di Piana degli Albanesi

 “La chiesa promuove la bellezza in ogni sua forma; l’arte è anche preghiera e la chiesa da dignità a tutte quelle espressioni che hanno come obiettivo la valorizzazione dei territori – ha relazionato mons. Gallaro-  L’arte in tutte le sue manifestazioni è un’immagine, un’icona;  questo essere assieme possa produrre qualcosa di positivo e fruttuoso per la nostra bella cittadina di Mezzojuso”.
“La multimedialità deve esser ben utilizzata da tutti ed in particolar modo dai giovani – ha rilevato Demetrio Crucitti – il coinvolgimento dell’utente è, da un lato, positivo, ma può altresì rivelarsi fonte di disturbo quando i prodotti interattivi utilizzati, per il loro contenuto e l’interazione richiesta, stimolano eccessivamente la sensorialità (come nel caso di alcuni videogiochi)”.

Il prof. Vincenzo Canzonieri, di origine siciliane, ha confermato che: “L’arte e la medicina sono connubio essenziale per la cura dell’anima e del corpo; in quest’alveo iniziative di siffatto genere non possono non avere il nostro totale sostegno e plauso, indefettibili strumenti di sensibilizzazione dell’animo umano”.

“Grazie a Mezzojuso, a questa meravigliosa terra” ha esclamato in perfetto italiano l’ing. Saif Tajeddine,  accolto con un’ovazione da parte del pubblico, uno degli organizzatori dello storico viaggio di Papa Francesco negli Emirati Arabi Uniti.

 “Stiamo dimostrando– ha dichiarato il direttore artistico Roberto Guccione – che queste iniziative possono trovare una collocazione sistematica e stanno diventando un happening, come volano culturale atto, altresì, a rilanciare un contesto storico e culturale che merita la giusta visibilità”.

Lo staff organizzativo  dell’evento risulta composto da Donatella Cannizzaro, Matteo e Antonino Cuttitta, Dino Pinnola, Giustina Schimenti, Salvatore Lala, Don Enzo Cosentino, Maria Grazia Cianciulli e Valerio Martorana, questi ultimi due hanno presentato l’evento.

Nel corso della cerimonia sono stati premiati gli artisti partecipanti. La collettiva rimarrà disponibile al pubblico fino al 25 agosto e sarà visitabile ogni giorno dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e dalle ore 16 alle ore 19.30.

taglio del nastro

Di seguito i premi attribuiti agli artisti. Primo premio pittura conferito ai Maestri: Matteo Cuttitta, Maria Di Pasquale, Vincenza Iuvara, Silvana Mellacina, Natalia Begisheva, Sebastyén Katalin, Carmela Garaffa, Hodaya Levin, Eleonora Ragonesi, Daniela Bussolino, Amelia Perrone. Secondo premio pittura conferito ai Maestri: Rosario Rigoglioso, Pina Modica, Titty Ferlisi, Francesco Crispiniano, Carmelo Battaglia, Elena Galagan, Vladislava Yakovenko, Giovanna Giaquinta, Lucia Distabile, Dobus Dorka, Luisa Barrano, Maria Angela Untaru. Terzo premio pittura conferito ai Maestri: Luciano Piccitto, Maria Luisa Romano, Florinda Giannone, Salvatore Pani, Yupol, Stefania Lucrezia Manfredi. Emeritato artistico conferito ai Maestri: Dino Pinnola, Pina Re, Umberto Maglione, Silvana Salinaro, Giusy Siragusa, Barbara Berardicurti, Mary Anne Zammit, Alberto Girani, Cecilia Passeri, Silvia Zambon, Biagio Amatu, Andrea Calabrò. Riconoscimento Internazionazionale Patrimonio della Cultura e Arte conferito ai Maestri: Mario Perrotta, Pino Razza, Nadia Gaggioli, Rosanna Malandrino, Giuseppe Zito, Roberto Caggia, Graziella Baseggio, Antonio Pugliano. Oscar dell’Arte Sicilia 2019 conferito ai Maestri: Natalia Dupont Dutilloy, Dobus Gyorgy, Ines Renate Dollert, Franco Carletti, Pino Noto, Mario Vittoria, Paola Grillo, Angelo Criscione, Nelly Fonte, Catia Pugliese, Lydia Canclaux, Carla Pistola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *