Meta C5: sospesa la sfida con Napoli

Adesso c’è da scoprire quale sarà l’epilogo di questa sfida. Due le principali strade percorribili per il giudice sportivo

1

Incredibile ma vero. Non si è potuto completare il derby del Sud fra la Meta Bricocity Catania di mister Samperi e la Lollo Caffè Napoli, sospesa dai direttori di gara a dieci minuti e otto secondi dal termine della seconda frazione di gioco a causa di un’infiltrazione d’acqua che si è riversata in maniera lenta ma irrefrenabile sul parquet del PalaCatania.

Fino a quel momento il risultato vedeva i partenopei avanti per 2-1 sui padroni di casa. Primo gol che era arrivato dopo soli cinquantasette secondi dal fischio d’avvio con Juvcic, il quale ha sfruttato a proprio vantaggio una (grave) disattenzione difensiva del numero 10 etneo Constantino. Catania che nei primi tredici minuti del primo tempo non si rende molto pericolosa negli ultimi metri degli azzurri, senza mettere più di tanto in difficoltà l’estremo difensore avversario. Dalcin Duda, sicuramente, uno dei più propositivi grazie alle sue giocate ed alle ottime occasioni create per se stesso e per i compagni, senza però trovare fortuna. A metà dei primi venti minuti arriva anche il raddoppio per il Napoli con il bomber Duarte (8 gol in 14 presenze per lui) su calcio di punizione. Mentre a pochi minuti dallo scadere i rosso-azzurri accorciano le distanze con Oliveira Ernani.

Ripresa che aveva visto gli etnei partire in maniera più spumeggiante rispetto ai primi venti minuti. Le occasioni non tardano ad arrivare fin dai primi istanti di gioco, ma la poca lucidità sotto porta ed anche un pizzico di fortuna degli avversari proprio sulla linea di porta, consentono al Napoli di mantenere la marcatura del vantaggio fino alla sospensione di gara causa “pioggia”.

Intanto è da capire quale sarà la decisione del giudice sportivo in merito a questa interruzione di gara. Sicuramente peso ne farà il referto degli arbitri. Due, in ogni caso, le strade più percorribili. La prima, quella di far continuare il match da dove è stato interrotto (dunque da 10′ 8” del secondo tempo) oppure, di dare la vittoria per 0-3 a tavolino alla compagine partenopea. Decisione che arriverà nella giornata di mercoledì 16 gennaio.

“La grande delusione è l’accaduto dell’acqua che è entratadice il team manager della Meta Catania Daniele Giuffridaprima parlavo con gli arbitri e con gli avversari, ai quali dicevo che abbiamo giocato tutte le partite del girone di andata senza problemi di questo genere, anche in giornate con pioggia. Dopo il terremoto non ha piovuto ed essendo una struttura tutta in acciaio avrà risentito delle scosse di questi ultimi giorni e settimane. Considerando che l’amministrazione comunale è sempre intervenuta anche giornalmente per far sì che non accadano situazioni simili. Aspettiamo la decisione del giudice sportivo e poi andremo a valutare con la dirigenza il da farsi”. 

Seguiranno aggiornamenti in merito a questa vicenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *