Meta C5, prima il rischio poi la vittoria contro la Lazio

La doppietta di capitan Musumeci ed i gol di: Espindola, Ernani e Duda Dalcin ribaltano le marcature bianco-celesti di Rocha e Biscossi2fb60fb7-8f5a-4526-ade6-88332f1ba16d

Tutt’altro che una passeggiata la sfida con la Lazio per la Meta Catania Bricocity di mister Salvo Samperi, la quale si è imposta per 5-2 al termine dei quaranta minuti regolamentari.

Nel primo tempo sono gli ospiti a tenere il risultato e soprattutto il pallino del gioco. Tre punti fondamentali che permettono, alla fine, agli etnei di agguantare il quinto posto a 33 punti, in attesa di scoprire cosa faranno i rivali del Maritime Augusta nell’insidiosa trasferta contro Pesaro e la Feldi Eboli con Napoli.

Primo tempo che si avvia con la compagine ospitante schierata con: Perez tra i pali, Tres, Amoedo, Pedro Espindola e Duda Dalcin. Fra gli ospiti spicca il nome il portiere Espindola (fratello del difensore rosso-azzurro), Chilelli, Rocha, Bizjak e Lupi. 

Partono fortissimi gli ospiti, mentre la Meta Catania sembra esser rimasta negli spogliatoi per circa una decina di minuti di match e Rocha dopo meno di seicento secondi dal fischio d’avvio del direttore di gara appoggia a porta sguarnita la marcatura dello 0-1 momentaneo. La reazione della Meta non si fa attendere almeno da un punto di vista psicologico. Amoedo ci prova in due occasioni a mettere in difficoltà l’estremo difensore avversario in maglia arancione e, nella seconda di essa è pure sfortunato andando a trovare il palo esterno ed il fondo del campo. Ultima azione pericolosa nel corso della prima frazione di gioco è sui piedi di Rudinei Tres che, in maniera beffarda, colpisce il palo interno e la sfera non si insacca. Primo tempo che si conclude con gli ospiti avanti per 0-1. 

Nella ripresa non cambia il copione del primo tempo almeno nelle prime fasi della sfida. Gli avversari cercano di far breccia in quei pochi spiragli lasciati dalla squadra etnea in fase di copertura, ma senza riuscire a battere Perez per la seconda volta. Il gol del pareggio si concretizza a 16’17” proprio con l’uomo più atteso della gara, Espindola, il quale batte il proprio fratello e permette ai rosso-azzurri di agguantare il pareggio. La Lazio, però, è più viva che mai e torna avanti cinque minuti dopo con Biscossi che sfrutta al meglio il contropiede concesso dalla difesa ospitante. La seconda rete subita ha un effetto positivo sui ragazzi di Samperi e si vede subito. Capitan Musumeci, infatti, mette a segno un uno due vincente in meno di quindici secondi e da sotto di un gol si va avanti 3-2. Il primo nasce da una mischia sfruttata al meglio dalla Meta Catania nell’area di rigore avversaria e, il secondo da un perfetto diagonale realizzato dal numero 22 su un recupero a centrocampo. Nel finale è Duda a mettere la parola fine al match con una bordata dal limite dell’area di rigore.

Nelle ultime battute la Lazio si vede costretta ad inseguire e prova a recuperare qualcosa schierando Chilelli come portiere di movimento. Il risultato non porta frutti ed all’ultimo giro di lancette anche Ernani trova la gioia personale spedendo in rete il pallone del 5-2.

Prossimo impegno, penultimo per questa Regular-Season, in casa di Civitella, squadra con la quale i rosso-azzurri hanno già trionfato due volte in stagione tra campionato e Coppa Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *