MESSINA: AL PALACULTURA ANTONELLO “BUSTRIC & IL PICCOLO PRINCIPE”

Sabato 1 dicembre, al Palacultura Antonello alle ore 18.00, in scena “Bustric & il Piccolo Principe”, Concerto-spettacolo di e con BUSTRIC (Sergio Bini), in programma per la Stagione Concertistica 2018/2019 dell’Accademia Filarmonica di Messina

BUSTRIC_&_IL PICCOLO PRINCIPE

Al Palacultura di Messina sabato 1 dicembre, alle ore 18.00, in scena “Bustric & il Piccolo Principe” di e con BUSTRIC (Sergio Bini) attore, autore e regista accompagnato dal Duo Paola Biondi & Debora Brunialti al pianoforte a 4 mani.

Nel ricco cartellone della Stagione Concertistica 2018/2019 dell’Accademia Filarmonica di Messina e dell’Associazione Musicale “V. Bellini”, il Concerto-spettacolo è un libero adattamento dal “Piccolo Principe” di Antoine de Saint-Exupery che il poliedrico attore e autore Sergio Bini in arte BUSTRIC reinventa, facendone uno spettacolo per grandi e piccini, usando l’affabulazione, ombre cinesi, numeri di magia, sorprendenti cambi di scena, con musiche eseguite dal vivo dal duo pianistico formato da Paola Biondi & Debora Brunialti.

Andato in scena nei più importanti Teatri di tutta Italia, lo spettacolo arriva per la prima volta a Messina. Un progetto multidisciplinare che affianca musica, magia e recitazione che non mancherà di stupirci e divertirci.

“La musica è come l’acqua, prende la forma del recipiente dove la si mette pure restando sempre acqua”, con questo gioco di parole Bustric ci informa che la musica rende liberi gli spettatori e gli attori, perché pure essendo uguale per tutti, è diversa per ognuno. Ognuno la può interpretare come vuole. La musica è un compagno di viaggio capace di divenire protagonista in ogni istante senza mai essere prevaricatrice. Da molti anni Bustric compone e gioca con storie e personaggi che con la musica dialogano. Il suo mondo fatto di magia, giochi di prestigio, giocolerie, pantomima e parole, si sposa magnificamente bene con questa antichissima arte che, certo, è nata con l’uomo. Questo Piccolo Principe liberamente ispirato all’opera di Antoine de Saint-Exupéry ne è una prova. Il racconto che tutti conoscono diviene spunto di scene che si dilatano e creano sorprese. Del Piccolo principe si cerca qui la meraviglia nascosta dietro le parole. È una rappresentazione libera e leggera, dove la scena semplice per scelta e necessità si trasforma a seconda del momento, divenendo ogni volta paesaggio e spazio magico, diverso. Il gioco stesso racconta e diviene storia.

Programma:

A.Canonici – Driving back home

Ravel – Malagueña (da Rapsodie espagnole )

A.Canonici – Girasole – You are both flying – Acqua

Debussy – Ballet da Petite Suite

Canonici – Paesaggio minimale – Migration – Fiesta – il Re – il Vanitoso – l’Ubriaco – Milioni di milioni – Dobro – Oasi – La volpe

Bizet – da Jeux d’enfants op.22

Le bal – Petit Mari, Petite Femme!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *