Meeting del Kiwanis Catania Centro sull’epilessia

Il Kiwanis Catania Centro ha organizzato un meeting sul tema “Epilessia:  aspetti medici e sociali“.  

DSC08818

Nel salone delle feste dell’Ares Hotel,  venerdi  19 u.s. si  sono riuniti gli  illustri soci del Kiwanis Catania Centro con le rispettive mogli che con la loro presenza  hanno deliziato la lunga  interessante serata dell’Esimio relatore dott. Carmelo Basso,   neurologo –medico legale.

Finocchiaro - Spampinato - Mannino - Basso

Ha introdotto l’argomento il Presidente del club dott. Giuseppe Geremia. Un quadro clinico/sanitario perfettamente esposto con concetti  appropriati su questo tema.Sono molti i periodi dell’anno in cui le difese naturali dell’organismo  possono aver bisogno  di un efficace contributo,  soprattutto,  quanto il fisico si prepara ad affrontare i cambiamenti di stagione. Cosi come spiega l’esperto neurologo Past. Presidente  dott. Basso, l’epilessia è da considerare come sindrome più che una malattia. Ci sono molti tipi di epilessia con diverse caratteristiche comportamentali e ogni tipo viene trattato in modo specifico. Proprio per queste grandi differenze si ritiene che l’epilessia non sia da considerarsi una singola malattia, ma come una sindrome caratterizzata da sintomi e segni differenti. Si passa da brevi periodi di assenza ,a un periodo  ricco di convulsioni o crisi tonico –cloniche detto “gran mal“. Le crisi epilettiche sono date da un’alterazione dell’attività elettrica dell’encefalo e precisamente dal fatto che molti neuroni si attivano contemporaneamente con una serie di conseguenze a livello comportamentale. E’ stato dimostrato da illustri medici dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (O.M.S.) che persone sane possono presentare, nel  corso della loro vita , una crisi epilettica . Questa  può essere dovuta ad una malattia o all’esposizione a certi  agenti convulsivanti provocate da alterazione cronica del cervello. Poiché  il cervello utilizza energia elettrochimica, ogni disfunzione in questa attività elettrica può provocare un funzionamento anomalo.

DSC08814

L’epilessia si può considerare come una tempesta elettrica  nel cervello. Una prima suddivisione  riguarda il coinvolgimento o meno dell’intero cervello e riguarda le crisi generalizzate e le crisi parziali. La crisi può iniziare in parte del cervello per poi diffondersi all’intero cervello o iniziare simultaneamente in tutto il cervello.

I sintomi: perdita  della coscienza, convulsioni tonico-cloniche (le convulsioni vengono chiamate toniche quanto c’è una contrazione della durata di alcuni secondi e, cloniche quando c’è un’alternanza di rigidità e rilassamento dei muscoli. Le convulsioni tonico /cloniche sono prettamente caratterizzate da un susseguirsi dei due tipi di convulsioni, perdita dell’equilibrio, incontinenza urinaria, cianosi (colorito blu/viola a causa della carenza di ossigeno ).

DSC08867

In sintesi, il dott. Basso spiega che queste crisi richiedono interventi immediati e scrupolosi e attenzione medico /sanitaria che si rispecchia in un quadro sintomatologico. La chiara esposizione fatta dall’oratore è stata seguita con molta attenzione dai soci e dagli intervenuti ospiti  che ne è seguito un nutrito dibattito. I problemi medico / sociali sono di estremo interesse, cosi si esprimono  i signori dirigenti Kiwaniani dott. Nunzio Spampinato tesoriere distrettuale , il  Past. Presidente dott.  Ignazio Mannino, il dott. Arch. Alfio Privitera e tanti altri intervenuti. Una attenta riflessione e presa di coscienza e ad un futuro  medico/sociale più consapevole per sfatare dubbi e perplessità nelle malattie. Si conclude il meeting con la viva espressione di amicizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *