Mario Biondi a Taormina. An Evening of Dare Project Tour 2021

Datato 22.8.2021 il concerto agostano - in presenza numerosa - per il crooner siciliano nella Terra del Minotauro. Taormina ha ospitato la band di Mario Biondi che ha raffinato ancora una volta i cultori della musica 'black', soul and jazz, con incursioni 'white' di pop italiano.

Esibizione all'altezza per Mario Biondi che porta in Tour europeo, in periodo tristemente legato alla pandemia, il progetto di "Dare", la sua ultima produzione discografica. Posti a sedere tutti numerati quelli al Teatro Antico di Taormina, nel pieno rispetto delle normative vigenti anti-Covid e con un servizio di controllo affidato alla sapiente organizzazione di Arturo Magni per Puntoeacapo che ha assicurato l'assoluta sicurezza di tutti i partecipanti.

Soddisfatto e contento di ritornare a Taormina l'artista internazionale (che di recente ha perso lo zio Michele, suo grande fan)  ha portato al suo pubblico siciliano quel tocco di suggestioni 'osate' jazz&soul&funk nell'anno del ritorno sulle scene musicali. Anno in cui festeggia i suoi 50 anni con "personalità e classe vocale calda, gusto delle armonie" ascoltando in scaletta brani della sua grande produzione musicale, che vanta peraltro di numerosissime collaborazioni nazionali ed internazionali.

Sul palco taorminese la formidabile band di Biondi con il virtuoso Massimo Greco al piano, il poliedrico David Florio alla chitarra, alle percussioni e al flauto traverso, Federico Malaman indiscusso padrone di basso e contrabbasso, Marco Scipione al sassofono, Fabio Buonarota alla tromba, Christian Capiozzo alla batteria. Non mancano i ringraziamenti per Pierfrancesco 'Hugo' Tempesta in cabina di regia coadiuvato da Mimmo Labate (lightning) e sul palco dal siracusano Federico Galazzo.

Mario Biondi: "Auguriamoci un anno migliore, alleggerendoci il cuore con cose belle, e comprate la mia musica, sentite la mia musica, magari nei vecchi caricatori di qualche macchina attempata o fatevi trasportare a casa dal suono caldo del vinile ...streaming sì ...ma a stomaco vuoto!" - come suggeriva Federico Malaman.

La scaletta ha permesso a Mario una grande commistione di brani con felicissimi sconfinamenti nel pop melodico italiano: Prendila così (bellissima e calda versione del brano di Lucio Battisti), Rivederti (brano dal Sanremo 2018), lasciando spazio a Doce Doce, brano di successo di Fred Bongusto (1963) ed interpretato su palco taorminese dall'eclettico David Florio (suo il progetto Italy is a strange place) e una accorata personalizzazione nella voce di Massimo Greco.

Birdland in frame come rito propiziatorio nella Cavea del Minotauro a pochi passi dallo storico e mitico locale del jet set taorminese, il 'Tout Va', dove nell'88, un giovane Mario Ranno Biondi apriva alla consolle i live del grande Ray Charles. E dopo un assolo di Federico Malaman al basso-loop (nulla da invidiare a Stanley Clarcke) ecco partire This is what you are, fortunato brano che dopo la pubblicazione in Giappone (contenuto nell'album Handful of Soul, 2006, con gli High Five Quintet) permise a Mario di essere consacrato nel panorama musicale Europeo (con il rilancio nel 2007 dal dj della BBC Norman Jay e per una fortunata pubblicità italiana nel dicembre dello stesso anno). Al pop italiano quindi il contraltare internazionale tra cui Jeannine (brano introduttivo che nel disco Dare esegue proprio con gli storici The High Five Quintet), Love is a Temple, Paradise (brano lancio dell'album Dare), Be Lonely, Ecstasy, Shine On (brano di chiusura presentato - long version - in salsa bossa&samba) e il richiestissimo bis che conclude la magnifica serata: Do You Feel Like I Feel. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *