MARIO BIONDI Be lonely, but not to Biancavilla

L’armata redazionale di GLOBUS Magazine era presente al concerto.

Be lonely, but not to Biancavilla (essere soli, ma non a Biancavilla) Mario Biondi Jazz Set – The Italian Jazz Players …prima del World Tour

Proveniente dai successi in terra di MaroccoClub Med La Palmeraie di Marrakech – è sbarcato nella piazza Roma di Biancavilla (Catania), l’astronave di Mario Biondi e la sua Jazz Player band: Daniele Scannapieco (sax), Giovanni Amato (tromba), Claudio Filippini (piano), Luca Florian (percussioni), Tommaso Scannapieco (contrabbasso), Lorenzo Tucci (batteria), la splendida Samantha Iorio e il fratello Stevie Biondi (cori e vocalists). Il calmo e fido Anacleto per la gestione organizzativa e mr.Tempesta alla service-machine.

Biondi porta in scena, per le ricorrenze festive di San Placido, lo spettacolo «Jazz Set – The Italian Jazz Players», ricreando le soffuse atmosfere degli storici jazz club come il Ronnie Scott’s (Mario mostra fiero la maglia ricevuta dal club londinese). Oltre ai brani del suo ultimo album, Due (The Unexpected Glimpses), il crooner catanese ha proposto i suoi più grandi successi, in chiave jazz, da If a This is what you are, passando per Yes You e I love you more.

L’armata redazionale di GLOBUS Magazine era presente al concerto e nel back-stage, dove tanti musicisti amici non hanno mancato di essere presenti: La Gino Finocchiaro big family, con il figlio Salvo, uno dei tastieristi che Mario utilizza nei concerti del Regno delle Due Sicilie, assieme alle percussioni di Dario Fisicaro; poi Franco Morgia, indimenticata voce dei Beans, e tanti altri.

Il futuro è una grande tournèe per il mondo. Partenza per il Jazz Festival di Bratislava e volo da ‘Big in Japan’, per poi ritornare in Italia per i concerti estivi del 2013 e perché no sempre le ‘toccate’ in Sicilia.

Le cronache riportano anche una sicura collaborazione con i Pooh e una probabile partecipazione al loro prossimo concerto al Teatro Antico di Taormina. Infatti nell’ultimo album dei Pooh, Opera Seconda, c’è un brano in cui ‘una straniera fugge da tutti i suoi amori’, si tratta di Ci penserò domani cantata proprio con il catanese Mario Biondi: «Per noi sarebbe bello averlo con noi sul palco in Sicilia – hanno detto i tre del gruppo – ma già dobbiamo ringraziarlo per questa collaborazione nata in maniera spontanea, senza alcuna mediazione di discografici o agenti. Mario, quando non era ancora famoso ci mandò una cassetta con una personale interpretazione di quella canzone – confidano -. Poi siamo diventati amici e appena ha saputo che avevamo deciso di inserire ‘Ci penserò domani’ in quest’album non c’è stato bisogno di metterci d’accordo. La mattina dopo era da noi a registrare».

Intanto Mario ha partecipato con i Pooh alla trasmissione Domenica In del 7 ottobre, presentando proprio la canzone scritta per il gruppo. È stata una applauditissima esibizione Live … e chissà se si realizzerà l’Opera Taorminese per Pooh&Biondi band…

foto di Natalia Ligreggi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *