Ma Musica Arte, gli Almamegretta inaugurano l’appuntamento mensile Respect!

La dub band napoletana, capitanata da Raiz, apre l’appuntamento mensile “Respect!” dedicato alla cultura musicale afroamericana il 23 novembre. Dj set di Massimo Napoli e Bruno Formosa

CATANIA - Sabato 23 novembre, il Ma Musica Arte, il club di via Vela 6 a Catania, Massimo Napoli e Boogie Crew presentano “Respect!” il nuovo progetto musicale dedicato alla diffusione della cultura afroamericana, in scena un sabato al mese al Ma. La partenza sarà col botto grazie al live degli Almamegretta con il loro Controra Tour. In area cafeteria “solo vinile party” con il dj set di Tommy Boy. Nel foyer selezioni del resident dj Massimo Napoli, guest della serata il dj Bruno Formosa. Videomapping a cura di vj Kar.
Gli ingredienti della serata sono esibizioni live di band italiane ed internazionali, dj set, e una miscela di sonorità black rese celebri da storiche etichette quali Stax e Motown, che diedero vita al soul, gospel, rhythm and blues e funk. La proposta musicale di Respect alternerà classici di Aretha Franklin, Etta James, Rufus Thomas, Stevie Wonder, Marvin Gaye, Prince e James Brown, re-edits, hip hop old school, reggae, disco.
Almamegretta. La formazione: Raiz voce, Gennaro Tesone batteria, Paolo Polcari tastiere e sampler, Mario Formix Formisano basso, Fefo Forconi chitarra. Partito il 15 giugno dal Pride a Palermo, il Controra Tour degli Almamegretta, proseguito per tutta l’estate e l’autunno in tutta Italia, arriva a Catania. Oltre ai brani del nuovo disco “Controra”, uscito il 28 maggio, Raiz e gli Almamegretta dal vivo ne eseguiranno molti tratti  dagli album storici. Il concerto, arricchito dalla presenza di ospiti speciali e da un suggestivo spettacolo visual (attraverso 6 schermi leadwal montati sul palco), si propone come uno dei live di maggior impatto del 2013. Da sempre alchimisti della fusion di strumenti suonati ed elettronica, presenteranno un’esibizione che ricorda la potenza dei live degli Anni 90, ma assolutamente moderna nei suoni e negli arrangiamenti.
“Controra” ha rivisto dopo 10 anni gli Almamegretta e Raiz insieme in un disco. L'album contiene 11 tracce (9 inedite più i 2 brani presentati a Sanremo). Tra gli ospiti James Senese e Enzo Gragnaniello. Il 2013 è da considerarsi un anno molto importante per gli Almamegretta, sia perché la band è di nuovo riunita attorno al suo nucleo originario, sia per la partecipazione a Sanremo 2013, che è da annoverarsi, ancor prima dello svolgimento della kermesse, come la vera rivelazione di quest’anno al festival. Gli Almamegretta, nella formazione originale, sono la band che ha prodotto nel corso degli Anni 90 e nella prima decade del nuovo millennio tutti i dischi più belli e le canzoni memorabili di una storia affascinante, confermandosi come il gruppo italiano più importante ed influente dell’ultimo quarto di secolo di musica italiana.
Il frontman Raiz, dopo diversi dischi solisti che lo hanno visto all’opera per buona parte dell’ultimo decennio, pur avendo già da tempo ripreso a  collaborare con gli Alma (un cordone ombelicale che non si è mai, in realtà, reciso) è di nuovo all’opera assieme agli altri membri storici della band, GennaroT alla batteria e percussioni ed al tastierista Pier Paolo Polcari che hanno continuato a  tenere alta la bandiera del dub e della migliore musica di fusione italiana con il marchio della ditta (dal 2004 al 2012 come Almamegretta hanno, prima con il rapper Lucariello e poi con il cantante reggae Marcello Coleman, dato alle stampe 3 album). Fusione e condivisione sono le parole cardine della musica di un gruppo che disegna non solo originali e affascinanti parabole sonore ma propone una visione antropologicamente critica sui nostri anni e legge nella diversità culturale il necessario arricchimento spirituale ed umano dell’uomo. Una proposta di accoglimento non utopica e passatista ma fatta da uomini e artisti consapevoli della loro provenienza, capaci di guardarsi dentro, fieri e contemporaneamente sempre pronti al cambiamento.


Massimo Napoli. Dj e produttore musicale ha mosso i primi passi agli inizi degli Anni 90 proponendo acid jazz e funk in diversi club siciliani. Influenzato fortemente dal jazz, dalla bossa nova e dalla black music, i suoi dj set sono una miscela esplosiva di soul, r&b, funk, hip hop, latin jazz e afrobeat. Artefice assieme al dj Salvo Borrelli e al musicista Salvo Dub del progetto Koom.h, uscito per la Big Sur Records e inoltre ha compilato diverse compilation per la Schema Records, “Break’n’Bossa chapter 7 more funk intoit” e “Feel The Beat Afrofunk”. Fondatore di diversi progetti musicali tra i quali: Piatto Forte, Retro’it, Nero Espresso, il festival di musica funk che si svolge in primavera e in estate al ma e ai mercati generali e da ultimo il progetto Respect i cui ingredienti della serata sono esibizioni live di band italiane ed internazionali, dj set, e una miscela di sonorità black rese celebri da storiche etichette quali Stax e Motown, che diedero vita al genere soul, gospel, rhythm and blues e funk.
Bruno Formosa. Dj siracusano che agisce, dalla fine degli Anni 70, nell’ambito dell’intrattenimento musicale. Innamorato patologicamente della musica nera in tutte le sue forme, durante le sue serate non è raro che il pubblico possa ascoltare vecchie incisioni di funk e rhythm’n’blues cadute colpevolmente nel dimenticatoio. Nei set di Formosa la fanno da padrone selezioni di Malente, Rufus Thomas, Flow Dynamics, Kokolo, Jackie Wilson, Quantic, Salomon Burke, fra gli altri. Altra passione di Bruno è quella della letteratura; recentemente ha dato alle stampe la sua seconda produzione letteraria, “L’incastro”, un romanzo a metà fra il noir ed il comico infarcito di riferimenti musicali.
Tommy Boy. Grande collezionista il cui nome prende l’ispirazione dalla storica etichetta hip hop, dotato di una tecnica sopraffina, riesce a trasmettere emozioni fortissime con i suoi dj set fatti di 45 giri ed lp introvabili a quasi tutti i comuni mortali. Il groove nero e il suono funk scorrono nelle sue vene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *