I Love Opera, il 23 febbraio al Teatro Tina Di Lorenzo di Noto

I Love Opera, il 23 febbraio al Teatro Tina Di Lorenzo di Noto (SR) un affascinante viaggio tra le più belle arie del repertorio operistico.

 Eleni Komni

Dopo il grande successo riscosso da ‘Vi racconto La Traviata’, secondo appuntamento della rassegna lirico – cameristica organizzata dal Comune di Noto in sinergia con il Mythos Opera Festival, il 23 febbraio, alle ore 18, al Teatro Tina Di Lorenzo di Noto (SR) andrà in scena I Love Opera, gala lirico con le più belle arie del repertorio operistico. Nel corso della serata si passeranno in rassegna i più grandi autori: da Verdi a Puccini, da Mascagni a Leoncavallo, da Rossini a Donizetti, fino a Bizet. Sul palcoscenico artisti internazionali, selezionati nel corso delle audizioni tenute a Napoli, Roma, Milano e Berlino, sotto il coordinamento del Premio Callas Maria Dragoni, eseguiranno le più celebri arie operistiche: i soprani Eleni Kommi e Masami Tanaka, il mezzosoprano Anna Neufeld ed il tenore Oswaldo Iraheta. Ad accompagnarli al piano ci sarà Anna Maria Calì.

Stiamo provando a piantare un seme nel Teatro Tina Di Lorenzo, sperando che attecchisca e possa nascere questo albero – ha detto Roberto Cresca, direttore artistico della rassegna - L’obiettivo è portare in quel gioiello di teatro una grande stagione operistica con allestimenti completi, orchestra compresa. Speriamo che il grande successo di Traviata porti ancora più pubblico e che anche questo appuntamento venga apprezzato”. E si dice sin qui soddisfatto dei risultati ottenuti dalla rassegna lirico cameristica a Noto il sovrintendente Gianfranco Pappalardo Fiumara. “Questa stagione sta dimostrando di crescere appuntamento dopo appuntamento – ha commentato - Il teatro ha una storia e una grande tradizione e, come ha detto il direttore artistico al termine della bellissima Traviata, questo è un piccolo germoglio che deve fiorire. Il pubblico ha dato dimostrazione, oltreché in teatro anche con successivi messaggi, di aver apprezzato la formula proposta in scena. Siamo convinti – ha concluso Gianfranco Pappalardo Fiumara - che anche il prossimo appuntamento, I love Opera, riscuoterà altrettanto successo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *