L’ormone della palestra aggiusta le ossa indebolite

L’ormone della palestra riesce ad aggiustare le ossa ormai indebolite dall’osteoporosi e i muscoli debilitati dall’atrofia.

1408721624-topo

Si chiama “ormone della palestra” quello che in un colpo secco riesce ad aggiustare le ossa ormai indebolite dall’osteoporosi e i muscoli debilitati dall’atrofia.

Vari esperimenti sono stati fatti su alcuni topi e gli esiti sono stati pubblicati sulla rivista Scientific Reports dal gruppo dell’Università Politecnica delle Marche, guidato da Saverio Cinti, e dal gruppo dell’università di Bari supportato da Maria Grano.

L’utilizzo dell’ ormone “irisina” è stato sperimentato, per la cura dell’osteoporosi, dallo stesso gruppo che è riuscito a fare questi studi particolari. Da ciò sono stati comunicati i primi test nello spazio su cellule di topo in coltura.

A preparare questi nuovi esperimenti è stata l’Università di Bari grazie all’aiuto dell’Agenzia Spaziale Europea.

Questi test potrebbero riuscire ad arrivare alla Stazione Spaziale verso il 2018 con la capsula Dragon proprietà dell’azienda americana Space X. I risultati che verranno scoperti potranno favorire gli astronauti quando affronteranno i futuri voli verso Marte.

I cosiddetti test sui topi riescono a dimostrare che l’ormone, anche con poca dose, può anticipare la malattia e curarla in anticipo, soprattutto negli animali che ne sono soggetti. Sempre nei topi i test hanno fatto vedere come i muscoli vengono rinforzati.

Saverio Cinti, il coordinatore del gruppo dell’Università Politecnica delle Marche, ha dichiarato nell’Ansa, “Si apre una prospettiva molto importante alla luce del progressivo invecchiamento della popolazione”.

I test sui topi, infatti, sono molto importanti per questi esperimenti futuri, visto che sull’uomo non è ancora possibile fare queste prove.

Con questo ormone, prodotto dall’organismo grazie all’esercizio fisico, si consiglia di fare tantissimo movimento e sport perché sembrerebbe, per il momento, la giusta via per la cura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *