L’Opera Lirica prosegue con “Mena”. Prima mondiale alla Terrazza Ulisse di Catania

La Camerata Polifonica Siciliana presenta il programma estivo: Mena di Plinio Maggi e Carlo Majorana Gravina e Il Barbiere di Siviglia di Rossini.

La prima edizione del Festival dell’Opera Siciliana, che si svolgerà tra Catania, Gela e Noto, promossa dalla Camerata Polifonica Siciliana, presieduta da Aldo Mattina, s’inaugura giovedì 25 luglio, a Catania, alla Terrazza Ulisse, con la prima mondiale dell’opera lirica “Mena“, composta da Plinio Maggi, traendo libera ispirazione dai Malavoglia di Giovanni Verga, orchestrata da Giovanni Ferrauto
Mentre il secondo grande evento previsto è quello è “Il barbiere di Siviglia” per la regia di Giovanni Grasso. Parteciperà una stella della lirica, il basso Simone Alaimo, mentre il direttore d’orchestra sarà Abzal Mukhitdinov dell’Orchestra di Stato dell’Opera di Astana, della capitale kazaka.

Questo ambizioso progetto, inoltre, prevede la partecipazione di tre importanti ensemble siciliani: il coro di Gela, Perfecta Laetitia Sancte Johannes di Gela, il Sine Nomine di Giarre e il coro Alma redemptoris Mater di Scordia.

Il libretto di Mena è stato scritto a quattro mani dallo stesso Maggi  e da Carlo Majorana Gravina. Mena sarà interpretata dal soprano, Chiara Vyssia Ursino, mentre la regia sarà curata da Turi Giordano.
 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


9 − otto =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>