L’Item Nuoto Catania vince gara-2 e va alla bella a Trieste

I ragazzi di mister Peppe Dato trovano la rete della vittoria a pochi secondi dal termine e pareggiano la serie. Mercoledì gara-3 a Trieste.

Equilibrio ristabilito e tutto rimandato a gara-3 per la qualificazione alla finale promozione. In una stracolma piscina “Francesco Scuderi”, l’Item Nuoto Catania infligge la prima sconfitta stagionale alla Pallanuoto Trieste battendo la formazione alabardata con il risultato di 11-10 e ristabilendo la parità nella serie con una prestazione di grande livello. La realizzazione di capitan Cristiano Torrisi in superiorità numerica a 22 secondi dal termine regala ai rossazzurri la possibilità di andarsi a giocare a Trieste, mercoledì 27 maggio alle ore 19.30, il pass per riscrivere la storia.

Priva dell’infortunato Alessio Privitera, primo tifoso rossazzurro in tribuna, e con in organico il difensore classe 2000 Michele Evola, alla prima convocazione in A2, l’Item Nuoto Catania sblocca subito con Casasola e raggiunge il massimo vantaggio sul 4-2 con Kacar in superiorità ma Trieste accorcia a fine tempo con Giorgi. Gli ospiti pareggiano i conti e passano avanti con Petronio ma i rossazzurri effettuano il controsorpasso con una giocata da applausi di Giorgio Torrisi e la rete di Brian Torrisi del momentaneo 6-5 a metà gara.

L’Item scappa ad inizio terzo tempo sull’8-5 grazie alla bellissima palomba di Beltrame, il Trieste non ci sta e si riporta sotto. Giorgio Torrisi delizia nuovamente il pubblico della piscina “Scuderi” per il 9-7 ma Petronio in superiorità chiude il parziale sul 9-8. A 2.28 dal termine è di nuovo il numero tre ospite a gelare il pubblico di casa con la rete su rigore del 9-10 ma non è ancora finita. Beltrame ristabilisce la parità con una conclusione imparabile e capitan Torrisi sigla la pesantissima rete che chiude i conti e fa esultare il gremito pubblico della piscina “Francesco Scuderi”.

Abbiamo fatto quello che dovevamo fare già in gara-1 e che invece non siamo riusciti a mettere in pratica a Trieste – commenta mister Peppe Dato –. Non abbiamo mai subìto i nostri avversari dal punto di vista atletico come a Trieste e anzi in una situazione non facilissima, con l’assenza di Privitera e le condizioni non perfette del nostro capitano, abbiamo retto il ritmo spuntandola nell’ultima parte di gara. Non era semplice, eravamo andati in svantaggio a due minuti dalla fine ma non ho mai dubitato perché conosco lo spirito della squadra che alleno. Una menzione particolare va spesa per Giorgio Torrisi che ha inventato e segnalo tre gol molto pesanti ai fini del risultato finale. Mercoledì ci vorranno come oggi testa e cuore perché a far la differenza saranno anche e soprattutto le energie mentali”.

Sono molto soddisfatto, abbiamo battuto una grandissima squadra come il Trieste – dichiara il presidente Mario Torrisi –. Potevamo anche vincere con più scarto per quanto visto in diverse fasi della gara ma ciò che importava era soprattutto vincere e andare a gara-3. Abbiamo giocato con grande determinazione e adesso vogliamo fare nostra anche la bella”. 

Tabellino:

Item Nuoto Catania-Pallanuoto Trieste 11-10 (4-3, 2-2, 3-3, 2-2)

Item Nuoto Catania: G. Spampinato, B. Torrisi 1, Riccioli, Basile 1, Sparacino, M. Spampinato, G. Torrisi 3, Casasola 1, Kacar 1, Evola, Beltrame 3, C. Torrisi 1, Pellegrino. All.: Dato

Pallanuoto Trieste: Jurisic, Podgornik, Petronio 3 (1 rig.), Ferreccio, Giorgi 2, Giacomini 1, Popovic 1, Mezzaroba, Namar 1, Henriques Berlanga 1, Spadoni 1, Lagonigro, Vannella. All.: Piccardo

Arbitri: Riccitelli e Sponza

Note: parziali 4-3, 2-2, 3-3, 2-2. Uscito per limite di falli Sparacino (C) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Catania 5/11 e Trieste 4/6 + 1 rigore. Spettatori 600 circa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *