Lions Sicilia. La cultura della prevenzione: Il rischio sismico nel territorio Jonico-Etneo

Sabato 16 Marzo 2013, nella Sala Conferenze del Credito Siciliano, Via Sclafani 40/B Acireale (CT), si terrà il convegno: La cultura della prevenzione – Il rischio sismico nel territorio Jonico-Etneo. Interessati i Lions della V Circoscrizione – Zona 14: Lions Club Acireale, Lions Club Giarre-Riposto, Lions Club Acicastello Riviera dei Ciclopi, Lions Club Acitrezza Verga.


The International Association of Lions Clubs
Distretto 108 Yb – Sicilia – Governatore Antonio Pogliese – Anno sociale 2012-2013  “Dall’associazionismo alla Società civile: dall’analisi alle proposte

  Programma
Introduzione: Dott. Paolo Rapisarda – Presidente Zona 14 Lions

 Moderatore: Dott. Giuseppe Spampinato – Presidente V Circoscrizione Lions

 Relazioni

Prof. Ing. Michele Maugeri – Ordinario di Geotecnica – Università di Catania 
Criteri innovativi per la valutazione del rischio sismico
Dott. Ing. Giovanni Spampinato – Dirigente del Servizio Regionale della Protezione Civile – Rischio sismico prevenzione e attività di protezione civile
Dott.Ing. Rosario Arcidiacono – Lions Club Acireale 
Il piano di protezione civile comunale
Dott. Manlio Leonardi – Lions Club Acicastello Riviera dei Ciclopi
Gestione delle emergenze sanitari nelle calamità naturali
Dott. Ing. Alfio Torrisi – Lions Club Giarre-Riposto
Il fascicolo dei fabbricati
Dott. Giuseppe Camarda – Lions Club Giarre-Riposto 
Metodologia di rilevamento del danno agli edifici
Dott. Ing. Armando Belpasso – Lions Club Acitrezza Verga
Costi e benefici della prevenzione

Ore 12,30 Conclusioni: Dott. Antonio Pogliese – Governatore del Distretto Lions 108Yb

L’evento, organizzato nell’ambito del “mese della cultura antisismica” promosso dal Distretto 108 Yb Sicilia in sinergia con l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Catania, si prefigge l’obiettivo di favorire un’informazione e una formazione necessaria per promuovere la cultura della prevenzione sismica nella zona Jonico-Etnea.
L’azione di servizio, assume quindi un preciso significato: sensibilizzare le Amministrazioni pubbliche, gli uffici tecnici e di protezione civile a mantenere sempre aggiornati e a divulgare alla cittadinanza i piani di protezione civile; informare la cittadinanza sul funzionamento della “gestione delle emergenze sanitarie nelle calamità naturali”; proporre un modello di monitoraggio sullo stato strutturale degli edifici esistenti “Fascicolo dei fabbricati” che le amministrazioni potrebbero promuovere, anche attraverso regolamenti comunali specifici e attivando sistemi premianti, nell’interesse del singolo cittadino e della collettività; presentare la metodologia di rilevamento del danno degli edifici, post evento calamitoso e gli eventuali costi e benefici della messa in sicurezza degli edifici esistenti.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *