Lions Catania Faro Biscari: si parla di malattie terminali e uso di cannabis legale

Nel Salotto Lions del Club Catania Faro Biscari si parla di malattie terminali. Il tema, legato alle terapie palliative e al’uso farmacologico dei cannabinoidi. Introdotto dal Col. med. dr. Enzo Stroscio, presidente del Club, ha relazionato il dr. Angelo Alaimo dell’Hospice ARNAS Garibaldi di Catania.

Nella nostra città, presso il nosocomio “Garibaldi“, esiste un Hospice che si occupa di malati terminali. Anche se sappiamo che è impossibile far guarire questi degenti, il reparto speciale ha il compito di accompagnarli sino all’ultimo giorno della loro esistenza terrena rendendo loro la vita più umana e con meno sofferenze possibili.
Questo è stato l’argomento di grande attualità e molto interessante dibattuto nel corso di un incontro organizzato dal Lions Club Catania Faro Biscari presso l’auditorium dell’Orto Botanico di Catania. Il presidente del club, dott. Enzo Stroscio, ha evidenziato la grave situazione in cui si trova il paziente portatore di tumore e le cure palliative che gli vengono dispensate.
Quando un ammalato di cancro ha dolori atroci è il caso – si domanda Stroscio – di “staccare la spina“?
A questa domanda ha risposto il relatore della serata, il dott. Angelo Alaimo, responsabile dell’Hospice dell’Ospedale “Garibaldi”. «Assolutamente no! E’ compito di chi assiste con profonda umanità i malati terminali di accompagnarli sino al loro trapasso, riducendo al massimo le loro sofferenze che spesso sono terribili».
Alaimo ha poi spiegato quali sono gli oppiacei, in particolare la Cannabis, che oggi è usata in tutto il mondo tranne che in Italia, dove sono permessi, grazie a una legge di alcuni anni fa, soltanto dei prodotti derivati da questa pianta, che, senza dubbio, rendono l’esistenza del paziente più vivibile. I sintomi della malattia oncologica sono: dolore costante, perdita di peso, insonnia, anoressia, stomatite, piaghe da decubito, versamento pleurico, ittero, fistole ed emorragie. Il dolore aumenta col progredire della malattia.
Una recente legge della regione siciliana, in via di pubblicazione, consentirà al cittadino, con dovuta prescrizione medica, di ritirare in farmacia prodotti estratti dalla Cannabis per uso terapeutico. Questi farmaci, a costi contenuti, riescono a lenire gli atroci dolori originati da questa letale patologia.
Tante le tradizioni che utilizzavano composti edulcolorati a base di oppiacei – aggiunge nelle considerazioni finali il presidente Stroscio – una su tante, catanese, usata come antispastico ed anticorizza ai bambini irrequieti è la storica ‘a cicci‘, slang di un composto contenente micro quantità di hashish, famosa negli anni 40-60, poi ritirata dall’uso. Interessante poi la risposta della platea, nello stile consolidato del salotto del ‘Faro Biscari’, all’invito di intervenire con domande inerenti le tematiche svolte. 

Dopo la consegna rituale di gadget rappresentativi al relatore ha concluso gli interventi il dott. Alberto Rovelli, presidente di Zona. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *